Eccellenza, Girone B – PC Tor Sapienza, preso Le Rose

Il Tor Sapienza mette dentro un altro giocatore a centrocampo, Ludovico Le Rose ha accettato l’offerta del club gialloverde e dal 1 Luglio sarà un calciatore della Pro Calcio Tor Sapienza. Mister Anselmi troverà così il regista che cercava: Ludovico Le Rose interpreta proprio quel ruolo lì, il metronomo davanti la difesa con licenza di offendere. Nato nel 1996

UFFICIALE Eccellenza, Girone B – Virtus Nettuno Lido, Laghigna torna alla Vis Artena? Il ds Zenga chiarisce: “Le regole vanno rispettate”. Via anche Le Rose e Cassandra

Tra la Virtus Nettuno Lido ed Erik Laghigna è rottura. “I motivi sono principalmente caratteriali – spiega il direttore sportivo del club Guido Zenga – e ci sono delle regole che vanno rispettate. Alla luce di questo nuovo scenario valuteremo se tornare sul mercato per rimpiazzare l’attaccante“. Durante l’apertura del mercato di riparazione Erik Laghigna in primo

Eccellenza, Girone B – Virtus Nettuno Lido, spiega Le Rose: “Esordio positivo, ora testa al Morolo. Sarà un match combattuto”

Parte bene la stagione della Virtus Nettuno Lido che nell’esordio in Eccellenza espugna il “Caslini” battendo il Colleferro per 2 – 0. Le reti che regalano i primi tre punti alla società nettunese portano la firma di Erik Laghigna e di Ludovico Le Rose, classe ’96. “E’ stato importante centrare subito

UFFICIALE Eccellenza – Trincia fa da capofila ad un fine settimana di colpi per la Virtus Nettuno Lido

Continua la campagna di rafforzamento per la Virtus Nettuno Lido. Trovato l'accordo col terzino mancino Emiliano Trincia, vecchia conoscenza di Zenga e Panicci per aver disputato lo scorso torneo con la vecchia Cedial. Affidabilità garantita con il classe '97.   Nel fine settimana scorso invece si sono chiusi gli accordi per le prestazioni del

Eccellenza, Girone A – Eretum, il derby di Le Rose: “La rete, il boato, i brividi. Tutto troppo bello”

“C’è una ripartenza sulla fascia destra, con una gran giocata di Fieni. Appena parte il contropiede sono il più lontano dalla palla, ma capisco subito che può essere un’azione pericolosa, così spingo a mille per avvicinarmi all’area di rigore. Lo sforzo viene ripagato perché Palmerini, che ha proseguito l’azione avviata