Promozione, Girone A – Vigor Acquapendente, Adama Diouf soffre ai box: “Non dimentico l’affetto che ho trovato qui. Ho un’unica idea fissa…”

Adama Diouf non potrà per almeno metà stagione contribuire all’ascesa della Polisportiva Vigor Acquapendente. Voluto fortemente dal Direttore Sportivo Giuseppe Olimpieri, essere ai box per un infortunio al ginocchio vuol dire, comunque per lui, godersi dall’esterno una squadra che, dopo la sconfitta casalinga con la Portuale (principale candidata alla vittoria

ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A – La Sabina, arriva il momento di Diouf: “Ci giocheremo le nostre chance di salvezza, seguiamo il mister! Capretti mi ha voluto fortemente…”

Nome biblico, di origine ebraica. L'Adama in questione è Diouf, viene dal Senegal e viaggia verso il compimento dei 24 anni. Il La Sabina lo ha preso qualche settimana fa, tesserato dal diesse Severino Capretti. L'esordio - motivi burocratici permettendo - arriverà in questo fine settimana in una gara cruciale