Ssd Colonna (calcio, Prima cat.), Di Julio: “Bella vittoria col San Cesareo, ora ne vogliamo altre cinque”

Colonna (Rm) – La Prima categoria del Colonna rinforza il secondo posto. Nello scontro diretto casalingo di domenica scorsa contro lo Sporting San Cesareo, i ragazzi di mister Dino Di Julio l’hanno spuntata per 2-1 e hanno consolidato il loro piazzamento: ora si trovano a -5 dall’Atletico Lariano capoclasse e a +4 sull’avversario appena sconfitto. “Abbiamo giocato contro una squadra forte, indubbiamente una delle pretendenti alla vittoria del girone, anche se da una parte e dall’altra c’erano alcune importanti defezioni – dice Di Julio – I nostri ragazzi si sono espressi bene, ma la miglior prestazione della mia gestione rimane quella contro il Valle Martella. Il primo tempo è stato molto equilibrato e ci sono state un paio di opportunità per parte, poi nella ripresa Sgarra, che ha stretto i denti fino a quando ha potuto, ha servito uno splendido assist a Tafuri che è stato anticipato da un difensore avversario per l’autorete dell’1-0. Ma ho un gruppo di ragazzi validi e anche coloro che sono subentrati a partita in corso hanno fatto bene, come ad esempio l’autore del secondo gol D’Avino. La rete avversaria è giunta allo scadere e non ha rovinato la festa: negli spogliatoi l’entusiasmo era alto, ma ora siamo già concentrati sulla prossima sfida”. Che non sarà affatto banale: “Giocheremo ancora in casa con l’Atletico Monteporzio e sarà una partita difficilissima. Al di là del fatto che si tratta di un derby sicuramente sentito, ce la vedremo contro un avversario tosto e servirà un’altra grande partita. Bisognerà capire le condizioni di alcuni ragazzi, ma ribadisco che questo gruppo mi dà ampie garanzie”. L’obiettivo del Colonna è chiaro, secondo Di Julio: “Mancano cinque partite e dobbiamo cercare di vincerle tutte, poi vedremo dove saremo arrivati. Sotto la mia gestione abbiamo perso quattro punti per strada a causa dei pareggi con la Borghesiana (in extremis) e col Città di Cave, ma sono risultati che ci possono stare. Ho cercato di trasmettere un certo tipo di mentalità ai ragazzi e loro si sono dimostrati molto professionali e compatti. Non so se riusciremo a colmare il distacco dall’Atletico Lariano, ma noi dobbiamo guardare in casa nostra e pensare solo a fare il massimo”.

Lascia un commento