Atletico Lariano (calcio, Prima cat.), Cavola: “Bel pari a San Cesareo, ora la volata finale”

Lariano (Rm) – La Prima categoria dell’Atletico Lariano è di ferro. I ragazzi di mister Damiano Cavola potranno trascorrere una Pasqua serena… e da primi della classe grazie al pareggio per 1-1 ottenuto sul campo dello Sporting San Cesareo (ex) secondo della classe, tenuto a sei punti di distanza (col Colonna che ora si trova a cinque lunghezze). Nell’ultimo turno i larianesi erano anche riusciti ad andare in vantaggio a una decina di minuti dalla fine col gol di Perciballi (un classe 2002), ma nelle parole di mister Cavola non c’è troppo spazio per un eventuale rammarico da mancata vittoria. “E’ stata una partita equilibrata con poche occasioni da gol, a noi andavano bene due risultati, ma non siamo mai stati passivi e abbiamo provato sempre a rispondere colpo su colpo. Lo Sporting San Cesareo è una grande squadra, esattamente come il Colonna, ma ormai anche noi abbiamo dimostrato di esserlo e siamo cresciuti molto rispetto all’inizio della stagione. D’altronde lavoriamo su questo gruppo dal 2019 e ora stiamo raccogliendo i frutti. Non ho troppi rimpianti per il pareggio subito a San Cesareo poco dopo il nostro vantaggio: come gli avversari avevamo qualche assenza, ma nel finale ne abbiamo risentito di più evidentemente. La sosta, in tal senso, arriva opportuna per recuperare qualche infortunato e per prepararci al meglio in vista delle ultime sei partite”. Guai a dire a Cavola che la Promozione è vicina… “Non è chiuso nulla, la volata si deciderà alla penultima o all’ultima giornata. Il calendario? Sono finiti gli scontri diretti tra le prime tre, ma nessuno gioca per perdere e ci sono tanti avversari pericolosi in questo girone. Comunque con l’atteggiamento di domenica scorsa possiamo andare lontani”. Dopo la sosta di Pasqua ci sarà la sfida col Città di Cave: “Loro sono cresciuti molto e sarà una bella partita – avvisa Cavola – Ho giocato contro Giacchè, è stato un grande giocatore e ora è anche un ottimo allenatore, si vede chiaramente il suo lavoro. Noi dovremo far pesare le altissime motivazioni che abbiamo in questo momento”.

Lascia un commento