Rocca Priora RDP (calcio, Promozione), la spinta di Troisi: “Il primo posto ci dà una carica in più”

Rocca Priora (Rm) – Il Rocca Priora RDP è di nuovo in vetta al girone D di Promozione. La formazione castellana ha sbancato con un pesante 3-2 il campo della Virtus Roma Club: tra i protagonisti del match l’esterno classe 1989 Paolo Troisi, autore di una doppietta. “Abbiamo conquistato tre punti molto importanti contro un avversario decisamente diverso da quello battuto all’andata. La vittoria è arrivata al termine di una buona prestazione: abbiamo sbloccato la gara con un rigore di Scacchetti e poi abbiamo sfiorato più volte il raddoppio. Nella ripresa, però, un nostro errore ha causato l’1-1 ed è stata come una doccia gelata, anche se ci siamo rialzati subito”. E’ stato proprio il doppio sigillo di Troisi a far volare il Rocca Priora RDP: “Una volta tornati in vantaggio abbiamo gestito la sfida molto bene, anche se i padroni di casa sono stati pericolosi soprattutto sul lato sinistro del campo e nei minuti finali hanno realizzato il 3-2 con un bel gol dell’attaccante, ma ormai la gara era finita”. Per l’ex giocatore della Lupa Frascati e dell’Atletico Torrenova sono sette le reti stagionali: “Un bel bottino, anche perché ho sempre giocato da esterno a tutta fascia, un ruolo che avevo già fatto in passato. Sono contento sia per la mia annata, ma soprattutto per quella che sta vivendo la squadra”. Che grazie al successo di domenica scorsa e alla contemporanea sconfitta interna dell’Atletico Torrenova col Vicovaro (sconfitto dal Rocca Priora RDP nel match di Coppa Italia di mercoledì scorso) è tornata al comando della classifica: “Non mi aspettavo quel risultato dalla sfida di Torrenova, ma ovviamente siamo felici di essere tornati in testa e questo ci può dare una spinta mentale in più”. E mercoledì prossimo (turno infrasettimanale “slittato” a causa della carenza di arbitri) al “Montefiore” c’è proprio l’incrocio con l’Atletico Torrenova: “Il fatto di essere in testa non cambierà il nostro atteggiamento: scenderemo in campo per vincere come da mentalità trasmessa dal nostro staff tecnico. Conosco l’ambiente dell’Atletico Torrenova e so che sarà una partita dura e combattuta. Il nostro campo, molto più grande e diverso dal loro, nasconde diverse insidie soprattutto atletiche e potrebbe spostare gli equilibri tra due squadre così importanti, ma i discorsi teorici lasciano il tempo che trovano. Gara decisiva? No, ma sicuramente importantissima: vincerla ci può dare un grandissimo entusiasmo ed ulteriore convinzione, anche se in noi tutto questo non è mai mancato. Siamo un grande gruppo”.

Lascia un commento