La Rustica RRdP (calcio, Eccellenza), Boninsegna: “Il confronto di martedì è stato positivo”

Roma – Una strana sconfitta per il La Rustica RRdP nell’ultimo turno del campionato di Eccellenza. La formazione di mister Nunzio Iardino ha incassato un pesante passivo (1-4) sul campo della Luiss, al termine di una prestazione “inconsueta” per un gruppo che finora se l’era giocata praticamente sempre contro ogni avversario, anche di alta classifica. “Eravamo pure partiti bene domenica scorsa, creando qualche occasione per segnare – dice il centrale difensivo classe 1997 Gianluca Boninsegna – Poi abbiamo subito alla mezzora la rete dell’1-0 su una palla persa e abbiamo accusato il colpo. Nel secondo tempo non siamo rientrati con la giusta cattiveria agonistica e abbiamo incassato altre due reti in cinque minuti e a quel punto la partita si è incanalata sui binari preferiti dalla Luiss. Grazie a qualche cambio abbiamo provato una reazione colpendo due pali, creando occasioni importanti con Nanni e Sebastianelli che poi ha pure segnato prima del 4-1 finale dei padroni di casa. Non bisogna fare drammi perché abbiamo affrontato un avversario forte, ma una squadra come la nostra deve mostrare un altro atteggiamento”. E’ stato probabilmente questo il tema del “confronto interno” che c’è stato alla ripresa degli allenamenti: “Una chiacchierata sicuramente positiva da cui il gruppo è uscito ancor più unito e determinato a cercare la salvezza”. L’obiettivo dichiarato del La Rustica RRdP è quello, anche se al momento il settimo posto che vale la certa permanenza in categoria (senza passare dai play out) è più lontano: “Non dobbiamo fare tabelle o calcoli, ma solo scendere in campo e cercare di conquistare il maggior numero di punti possibili, poi ad aprile e a maggio vedremo dove saremo in classifica”. L’ex difensore dell’Audace spiega i motivi che lo hanno portato nel club capitolino: “Ero al Sant’Angelo Romano che tra l’altro è nello stesso girone. Per problemi di lavoro, non potevo più proseguire lì e ho cercato una soluzione logisticamente più comoda. Qui ho trovato una società organizzata che è venuta incontro alle mie esigenze, oltre a un grande allenatore che è anche una grande persona”. La prossima sfida è quella interna col Centro Sportivo Primavera, un altro scontro diretto: “Li ho affrontati all’andata col Sant’Angelo Romano, ma sicuramente hanno cambiato molto visto che nella prima parte erano andati molto male e ora hanno 24 punti. Noi, comunque, scenderemo in campo per giocare il nostro calcio e provare a vincere la partita”.

Lascia un commento