Vis Casilina (calcio, Terza cat.), ciclone Joshua: “Qui ho trovato un’organizzazione importante”

Roma – E’ arrivato nel gruppo della Terza categoria della Vis Casilina da poco più di due settimane. Domenica scorsa Angelo Joshua, attaccante classe 2001, ha esordito da titolare e ha subito inciso realizzando una bellissima doppietta sul campo del Cinquestellesport, battuto 2-1. Una storia particolare quella del ragazzo di origini nigeriane (ma nato e vissuto da sempre in Italia), visto che appena qualche settimana prima era all’Atletico Vescovio in Eccellenza e qualche tempo fa esordì in serie D con la maglia del Tor Sapienza che lo ha “cresciuto” calcisticamente. “Non mi sono trovato bene all’Atletico Vescovio e quindi già prima di Natale avevo deciso di lasciare. Alcuni miei attuali compagni di squadra della Vis Casilina, sapendo della mia situazione, mi hanno chiesto di venire qui e l’ho fatto volentieri anche perché vivo a due passi dal “De Fonseca”. Quando ho parlato col mister Stefano Pasquini e col presidente Enrico Gagliarducci ho capito le ambizioni di questa società: è palpabile la voglia di scalare categorie e vogliamo cominciare subito”. L’impatto del nuovo bomber è stato molto positivo, anche prima dell’esordio: “Mi trovo benissimo qui sia coi compagni che con lo staff tecnico e la società. L’organizzazione è di categoria superiore, il club non ci fa mancare nulla”. Non era nemmeno scontato che Joshua si “calasse” nella nuova realtà della Terza categoria così rapidamente: “Non mi aspettavo di trovare avversari di buon livello come i primi che ho incrociato e in particolare mi riferisco al difensore che mi ha marcato. E’ stata una partita dura contro una squadra agguerrita e su un campo in terra. Indubbiamente c’è stata qualche difficoltà, ma abbiamo risposto bene. Siamo andati in vantaggio con un mio calcio di rigore nel corso di un primo tempo ben giocato in cui abbiamo tenuto il possesso passa e ho colpito pure una traversa. Alla mezzora del secondo tempo i padroni di casa hanno pareggiato, ma pochi minuti dopo siamo tornati avanti col gol del 2-1. L’obiettivo? E’ quello di vincere, non ci nascondiamo”.

Lascia un commento