Colleferro (calcio, Eccellenza), Giustini resta calmo: “Manca la vittoria, ma stiamo giocando bene”

Colleferro (Rm) – Un 2022 nel segno delle “ics”. Il Colleferro ha inanellato il terzo pareggio consecutivo nell’anno nuovo e lo ha fatto frenando (in extremis) la corsa del Sora. In un “Caslini” ribollente di entusiasmo, la formazione di mister Antonio Battistelli ha ottenuto un 2-2 sicuramente positivo come sottolinea il centrocampista classe 1991 Alessio Giustini. “E’ stata una partita molto ben giocata da parte nostra e credo che il pareggio sia il risultato più corretto. Il Sora è un avversario molto forte e accreditato per le posizioni di vertice, ma noi lo abbiamo affrontato col piglio giusto sia dal punto di vista agonistico che tecnico. E’ stata una prova di ottima personalità in cui non abbiamo mai subito il gioco del Sora. Nel primo tempo siamo andati sotto e abbiamo pareggiato con un rigore di Tornatore poco prima dell’intervallo, poi nella ripresa siamo andati una seconda volta in svantaggio e nel finale abbiamo di nuovo impattato grazie ad una rete di Amici propiziata da una grandissima giocata personale di Oduamadi. E’ stato bello giocare davanti a una cornice di pubblico importante e con due tifoserie molto corrette”. L’ex centrocampista del Ferentino spiega com’è nato il suo approdo a Colleferro: “Sono arrivato qui a fine dicembre e non è stato semplice portarmi via dall’ex squadra in cui mi trovavo bene. Tutto è nato dopo lo scontro diretto: il Colleferro ha dimostrato di volermi fortemente e in particolare chi ha insistito molto è stato il presidente Giorgio Coviello che mi ha mostrato tutte le ambizioni di questo club. La società ha fatto sforzi importanti per rinforzare la rosa e quindi ora sta a noi: dobbiamo cercare di raggiungere almeno una delle prime sette posizioni, anche se non sarà facile. Il girone di ritorno, comunque, è di fatto un campionato nuovo e noi vogliamo dare il massimo. I tre pareggi? Non c’è nervosismo, anche se è normale che manchi la vittoria. Ma abbiamo sfoderato tre prove molto convincenti e siamo convinti di essere sulla giusta strada”. Domenica si va a Gaeta: “Uno scontro diretto, visto che loro occupano il settimo posto. Quella pontina è una squadra che fa del palleggio e del possesso di palla le sue caratteristiche migliori, ma anche noi abbiamo una mentalità simile e proveremo a imporre il nostro gioco”.

Lascia un commento