Colleferro (calcio, Eccellenza), Amici: “Bella prestazione con l’Audace, la strada è quella giusta”

Colleferro (Rm) – Secondo pari consecutivo per il Colleferro dopo la ripartenza nel 2022. Anche sul campo dell’Audace è finita 1-1, così come nel match precedente col Terracina. Dopo il vantaggio dei padroni di casa, è arrivato prima dell’intervallo il pari colleferrino grazie ad un rigore di Diego Tornatore, procurato da Matteo Amici: “Ma probabilmente meritavamo di vincere per quello che si è visto in campo, il risultato ci va un po’ stretto – dice il centrocampista classe 1994 – E’ vero che siamo andati sotto nella prima parte, ma poi abbiamo avuto una reazione molto importante costruendo almeno quattro o cinque limpide occasioni e pareggiando nel finale di primo tempo. Comunque la strada è quella giusta e continuando a giocare così arriveranno risultati migliori”. La condizione fisica, in questo periodo, può essere un’incognita: “Dopo oltre un mese di stop a metà campionato e una certa difficoltà ad allenarsi al completo, è normale che non tutti siano allo stesso livello di forma, inoltre manca il ritmo partita e ora lo stiamo riacquisendo. Ma la società ha rinforzato ancora l’organico e dobbiamo fare quattordici partite “a tutta” per cercare di arrivare almeno tra le prime sette in classifica ed evitare problemi coi play out”. Amici non è preoccupato per il dato dei “soli” due gol fatti nelle ultime quattro gare: “Non abbiamo segnato tantissimo in stagione, ma ribadisco che con l’Audace sono arrivati segnali importanti dal punto di vista del gioco”. Domenica a Colleferro arriverà il Sora che si sta giocando la corsa al vertice: “Credo abbiano cambiato molto rispetto alla gara d’andata quando comunque disputammo una bella partita, tra l’altro rientrai lì dopo un infortunio. Un avversario che annovera giocatori importanti, gente che alla prima disattenzione ti può far male. Conteremo sul sostegno dei nostri tifosi, ma quest’anno lo abbiamo avuto sempre, anche in trasferta”. Amici conclude parlando dell’ultimo arrivato Oduamadi e del progetto societario: “Nnamdi tecnicamente è un giocatore di un altro passo, ma al tempo stesso è un ragazzo umile che dà una grande mano al gruppo, poi è arrivato anche Giustini che è uno tra i più forti centrocampisti che ho affrontato in carriera. Questi arrivi testimoniano la voglia della proprietà di arrivare in alto e costruire qualcosa di ancor più importante”.

Lascia un commento