Cavese Academy 1919 (calcio), Flavi: “Tutti i tecnici stanno facendo un grande lavoro”

Cave (Rm) – L’Under 14 provinciale e alcuni gruppi della Scuola calcio hanno “aperto la strada” giocando i rispettivi recupero di campionato nello scorso fine settimana. Ma dal week-end che sta per arrivare l’attività della Cavese Academy 1919 torna a pieno regime e il presidente Daniele Flavi ne approfitta per fare il punto della situazione: “I nostri 2008 hanno perso 2-1 sul campo dell’Alatri al termine di una partita molto equilibrata. Il gol decisivo è arrivato in extremis, ma i ragazzi hanno comunque giocato una buona partita. Siamo contenti che un tecnico dello spessore di Aldo De Angelis sia tornato ad allenare qui: sta facendo un ottimo lavoro, come tutti gli altri mister del settore agonistico. E’ il caso di Stefano Casali che sta coinvolgendo tutti gli elementi dell’Under 15 provinciale, un gruppo molto numeroso. Ma è anche il caso di Domenico Proietti che sta guidando la “mista” 2005-2006 impegnata nell’Under 17 provinciale: una compagine molto unita. Stesso discorso anche per mister Massimiliano Pulcini con l’Under 19 provinciale: sta gestendo una fascia d’età molto delicata, ma è riuscito a far entrare nel giro della prima squadra tre ragazzi”. A proposito della Prima categoria, è tempo di tornare in campo anche per i ragazzi di mister Emanuele Giacchè che cercheranno la salvezza anche grazie ad alcuni pesanti innesti: “Il mister è riuscito a convincere un giocatore del livello di Daniele De Vecchis a tornare a vestire la maglia della Cavese. Ottimi anche gli arrivi di Alessio Chialastri e di Marco Furio”. Se Giacchè gode della massima stima del club per ciò che concerne la prima squadra, lo stesso vale anche per Armando Zammarrelli che è il responsabile dell’intero settore agonistico giovanile e della Scuola calcio: “C’è un confronto costante e piena sintonia tra di noi – dice Flavi – Armando è un grande uomo di calcio e ha gettato le basi per riformare un settore giovanile di buon livello che a Cave manca da tempo”.

Lascia un commento