ULN Consalvo (calcio), il primo esperimento di calcio camminato è stato un successo

Roma – Il primo evento di “calcio camminato” all’ULN Consalvo. Sabato scorso si è tenuto un esperimento molto particolare: la prima gara di walking football presso l’impianto di via del Quadraro. Si tratta di una disciplina a tutti gli effetti, tanto che in Italia esiste anche una Confederazione Calcio Camminato. Una selezione di casa ha ospitato e sfidato una squadra proveniente da Agropoli, città con cui l’ULN Consalvo è da tempo strettamente legata per la partecipazione ad un torneo giovanile che si disputa annualmente. A organizzare l’appuntamento è stato il responsabile della Scuola calcio Armando Ciarrocchi che è anche il referente sul calcio per il Lazio dell’ente promozionale Asc che organizza già eventi di calcio camminato. “Sono stati proprio alcuni amici di Agropoli a parlarmi di questa disciplina che somiglia tantissimo al calcio, ma col divieto di correre e di entrare a contrasto con gli avversari – spiega Ciarrocchi – Da quel momento ho cominciato a documentarmi su internet e ho scoperto una partita in Toscana tra cardiologi che parlavano in modo entusiastico di questa disciplina che è pensata per persone over 50. Inoltre ho scoperto che in Inghilterra esistono migliaia di club tra cui anche quelli di grandi società professionistiche dove giocano ex atleti della nazionale. Successivamente il mio caro amico Carlo Mansueto, responsabile nazionale sul calcio di Asc (presente all’appuntamento di sabato scorso assieme al coordinatore Antonio Terlizzi, ndr), mi ha chiesto di diventare referente per il Lazio sul calcio camminato e da quel momento sto lavorando per allestire una o addirittura due squadre qui al Consalvo per partecipare ai prossimi appuntamenti. Ho raccolto le disponibilità di alcuni allenatori e dirigenti e sto spargendo la voce anche tra i genitori e i nonni dei nostri ragazzi”. Per la cronaca, la sfida con gli amici di Agropoli (giocata cinque contro cinque per la defezione di un giocatore dell’ULN Consalvo in extremis) è terminata con uno scoppiettante pareggio per 7-7 e poi con un momento conviviale prima della partenza dei rappresentanti campani.

Lascia un commento