Asd Vis Casilina (calcio, Terza categoria), Vespa già punge: “Diamo continuità alla prima vittoria”

Roma – Ha iniziato col piede giusto la Terza categoria della Vis Casilina. La squadra di mister Stefano Pasquini ha sconfitto per 3-0 la Pro Marcellina nel match d’esordio del campionato e ora è pronta per il match esterno con l’altra squadra capitolina dell’Antonio Ianni: “Di loro so poco, se non che giocano su un campo di terra – dice l’attaccante classe 1998 Gianluca Vespa -. Dovremo fare attenzione e provare a dare continuità alla prima vittoria”. In cui lo stesso attaccante è andato a bersaglio per la rete del momentaneo 2-0. “E’ stata una partita ben giocata nel complesso – spiega l’ex giocatore della Polisportiva Borghesiana – Siamo entrati in campo con grande aggressività e nei primi dieci minuti abbiamo schiacciato gli avversari andando in vantaggio con la rete di Di Maio. Successivamente il nostro portiere Piperno ha sfoderato un miracolo su un calcio di punizione e forse quell’episodio ci ha fatto prendere un po’ di paura. Nel secondo tempo siamo tornati in campo con un’altra testa, segnando presto il 2-0 con la mia rete, propiziata da un bel recupero di Valentini. Poco dopo su un calcio d’angolo Caprasecca ha triplicato i conti. A quel punto il match si è chiuso virtualmente”. A livello personale per Vespa è stata la domenica che ogni attaccante sogna: “Vittoria con una mia rete, di più non potevo chiedere anche se fino a un po’ di tempo fa facevo il centrocampista offensivo: il nuovo ruolo mi piace, sono a disposizione del mister e della squadra e spero di riuscire a fare tanti altri gol”. La Vis Casilina ha cancellato il brutto k.o. subito nell’ultima amichevole di Torbellamonaca: “Erano usciti alcuni problemi un po’ preoccupanti, anche se in quel match c’erano tanti volti nuovi in campo. Abbiamo parlato tra noi e quel confronto ci ha fatto bene, poi mister Pasquini ha studiato alcune nuove soluzioni che ci hanno sicuramente dato una spinta positiva domenica scorsa”. Per Vespa la squadra «è quasi completa, capitan Miro Sbraglia guida un gruppo compatto. Nessuno ci ha imposto l’obbligo di vittoria, ma noi pensiamo di poter fare un campionato di vertice”.

Lascia un commento