Colleferro (calcio, Eccellenza), Calabresi: “Con l’Atletico Lazio l’importante era vincere”

Colleferro (Rm) – Aveva tutto da perdere il Colleferro nella trasferta contro l’Atletico Lazio, fermo a zero punti e zero gol segnati dopo le prime sei giornate. I ragazzi di mister Antonio Battistelli hanno saputo soffrire e portare a casa l’intera posta in palio grazie al gol di Felici in avvio di ripresa. “Sapevamo che non sarebbe stata una passeggiata, in questa categoria non esistono partite semplici – dice il centrale difensivo classe 1986 Simone Calabresi – C’era da fare i conti con l’orgoglio della squadra avversaria e noi avevamo preparato la partita in un certo modo. Il risultato è rimasto sempre in bilico, anche se abbiamo concesso molto poco agli avversari e abbiamo costruito anche delle opportunità per chiudere i conti, ma alla fine la cosa più importante era portare a casa i tre punti e lo abbiamo fatto. D’altronde conosco bene questo girone per averlo vinto con il San Cesareo qualche anno fa: tutte le partite vanno giocate al massimo”. Calabresi (nella foto di Leonardo Pera) è stato uno degli ultimi colpi di mercato del Colleferro: “La prima mia convocazione è stata in occasione del match col Sora, l’anno scorso avevo iniziato la stagione in Promozione con l’ambiziosa Vis Subiaco e poi l’ho conclusa nel “torneino” di Eccellenza finale con l’Atletico Lodigiani. E’ stato il direttore sportivo Pino Di Cori a prospettarmi le idee del Colleferro: qui ho trovato una società sana e una piazza dove c’è tutto per fare calcio, compresi uno staff tecnico e dirigenziale estremamente competenti. Ci sono tutti i presupposti perché questo club continui a scalare categorie…”. I rossoneri, stante anche la particolare formula del campionato di Eccellenza di quest’anno (solo le squadre dal settimo posto in su non giocheranno i play out), devono pensare prima di tutto a mettersi al sicuro, anche se Calabresi invita il gruppo «a non accontentarsi e a scendere in campo ogni domenica per vincere. Accadrà così anche col Città di Anagni che ha un punto in più di noi, tante individualità importanti e una piazza prestigiosa alle spalle. Sarà una partita molto impegnativa, ma potremo contare anche sul sostegno della nostra gente che ci segue con grande entusiasmo”.

Lascia un commento