Colleferro (calcio, Eccellenza), il neo direttore generale Grandi: “Questo club può crescere tanto”

Colleferro (Rm) – Continua il “restyling societario” del Colleferro. La società rossonera ha un nuovo direttore generale: si tratta di Paolo Grandi che già domenica scorsa è stato sugli spalti del “Caslini” per festeggiare la vittoria dell’Eccellenza nel primo turno di Coppa Italia contro il Città di Paliano ai calci di rigore (dopo il 2-2 al termine dei tempi regolamentari “griffato” per i colleferrini dalle reti di Cerroni su rigore e di Mastrella). “Devo ringraziare la proprietà che mi ha affidato questo incarico e sono molto orgoglioso per la fiducia che mi è stata dimostrata – ha detto il neo dg – Sono di Colleferro, sono stato calciatore qui ed ero nel consiglio direttivo nel 2000 quando la squadra passò dalla Promozione all’Eccellenza. Ho una grande passione per il calcio, ma sarà la mia prima avventura di questo tipo nel ruolo di direttore generale: la società aveva necessità di una figura di questo tipo e io mi sono messo a disposizione con grande entusiasmo”. L’impatto di Grandi con l’ambiente del Colleferro è stato… eccellente: “Ho conosciuto da vicino il presidente Giorgio Coviello, mentre il suo vice Federico Moffa lo conoscevo già. Si è subito instaurato un ottimo rapporto con loro, ma anche col direttore sportivo Pino Di Cori e con tutto lo staff tecnico della prima squadra guidato da mister Antonio Battistelli. Sono convinto che questi ragazzi possano fare un’annata di ottimo livello e “consolidarsi” in questa nuova categoria per poi alzare l’asticella nel prossimo futuro. La società ha intenzioni molto chiare e vuole fare un grande lavoro anche sul settore giovanile che dev’essere il fiore all’occhiello. Insomma questo club ha tanti margini di crescita”. La chiusura di Grandi è sulla prima gioia stagionale dei rossoneri dell’Eccellenza. “Ho visto il match di Coppa Italia e i ragazzi hanno fatto davvero un’ottima partita. Hanno grinta e professionalità, sono convinto che possano regalare alla città delle belle soddisfazioni”.

Lascia un commento