Colleferro (calcio, Eccellenza), Battistelli e il girone: “Infernale, ma affascinante e pieno di sfide”

Colleferro (Rm) – Il Colleferro ha disputato la sua seconda amichevole stagione. Davvero un buon test quello di ieri a Supino contro l’ambizioso Anagni, fermato sul 3-3: dopo l’iniziale vantaggio firmato da D’Albenzo, è arrivata la rimonta degli avversari prima dell’intervallo. Nella ripresa i rossoneri hanno nuovamente ribaltato il risultato coi sigilli di Amici e Cerroni e nel finale l’Anagni ha trovato il gol del definitivo 3-3. “Siamo sicuramente soddisfatti di quanto si è visto in questo secondo test – dice mister Antonio Battistelli – Rispetto alla prima col Ferentino si sono visti chiari passi in avanti, è stato un test di allenamento molto indicativo. Ci dobbiamo far trovare pronti per il 5 settembre quando giocheremo in casa col Paliano per il primo turno di Coppa Italia. In tanti hanno iniziato la preparazione in ritardo, ma noi siamo avvantaggiati dal punto di vista dell’aspetto tattico visto che molti elementi di questo gruppo già erano con noi l’anno scorso”. Per velocizzare ulteriormente l’amalgama del gruppo e l’adattamento ai principi tattici di Battistelli è in arrivo un doppio test ravvicinato: “Sabato e domenica faremo una doppia amichevole come già accaduto l’anno scorso. Opteremo per due blocchi di formazioni che disputeranno i match col blasonato Sora e col Supino, ambiziosa formazione di Promozione. Dopo questi due test, analizzeremo con la società se manca qualcosa a livello di organico, ma la rosa è quasi chiusa”. Il 19 settembre, poi, ci sarà il debutto in campionato sul difficile campo del Terracina: “Il girone è infernale, ma affascinante e pieno di sfide motivanti. Per noi non è stata una sorpresa finire in questo raggruppamento, poi c’è la particolare formula di questa stagione che rende tutto più complicato in ottica salvezza. La nostra filosofia, comunque, non cambia: puntiamo alla valorizzazione dei giocatori del territorio e a proporre una precisa idea di gioco”. Di cambiamenti, invece, ce ne sono stati tanti a livello di società con l’ingresso del neo presidente Giorgio Coviello e del suo vice Federico Moffa: “Due persone che hanno tante idee e molta competenza – dice Battistelli – E’ difficile che una nuova dirigenza entri e non faccia rivoluzioni: loro, invece, hanno dato fiducia al gruppo e allo staff, portando innovazioni importanti come alcuni particolari lavori al campo e ad esempio anche l’idea della diretta streaming degli allenamenti di tutte le categorie”.

Lascia un commento