Asd Casilina (calcio), Masci sarà l’allenatore dell’Under 14: “Il nostro sarà un percorso biennale”

Roma – Il Casilina ha affidato la panchina dell’Under 14 provinciale ad un tecnico molto esperto e di grande spessore qualitativo: Paolo Masci. L’anno scorso l’allenatore è stato fermo per problematiche di carattere personale, mentre l’ultima esperienza è stata quella sulla panchina dell’Under 19 Elite dell’Atletico Torrenova da subentrante. “Per la prima volta in trent’anni di carriera guiderò un gruppo al primo anno di Giovanissimi – sottolinea Masci – Una sfida che raccolgo con l’entusiasmo di sempre e con il consueto obiettivo di far crescere i ragazzi il più possibile, come da precisa richiesta della società. Loro si troveranno ad affrontare il salto nell’agonistica e al tempo stesso si ritroveranno a giocare a undici: forse quella sarà la difficoltà maggiore, ma non è una cosa che può spaventarci. La categoria? Per me non è assolutamente un problema: è capitata questa opportunità a due passi da casa anche se c’erano state delle proposte da categorie superiori, ma la stima e la fiducia che da subito mi hanno dimostrato il presidente Enrico Gagliarducci e il direttore sportivo Tonino Rovere mi ha lusingato. Darò il massimo per cercare di ripagarli”. Per Masci si tratta di un ritorno a Casilina: “Sono stato qui negli anni d’oro, quando col settore giovanile facevamo paura alle grandi società di Roma. A cavallo tra la fine degli anni Novanta e l’inizio di quelli Duemila, perdemmo un titolo regionale in una finale con la Romulea dopo aver eliminato squadroni come Savio, Terracina e Cisterna, mentre l’anno prima ci fermammo in semifinale sempre contro la Romulea. Adesso c’è una società che deve ripartire da zero e lo sta facendo con organizzazione, competenza e sacrificio”. La chiusura di Masci è sulle prospettive del suo gruppo: “Conosco ancora poco i ragazzi, ma so che il ds Rovere ha allestito una rosa all’altezza, poi nei primi giorni di settembre faremo un’analisi più approfondita delle potenzialità del gruppo. Il nostro percorso sarà biennale, vedremo tra qualche mese a che punto sarà la crescita di questi ragazzi”.

Lascia un commento