Pol. Borghesiana (calcio, I cat.), il rammarico di Di Romano: “Questo blocco non ci voleva”

Roma – In attesa di capire cosa verrà deciso per i campionati dilettanti laziali, la Prima categoria della Polisportiva Borghesiana può godersi (almeno in parte) un ottimo avvio di stagione e la vetta del girone F (condivisa con l’Atletico Lariano). Tre partite e altrettanti successi che hanno corroborato le ambizioni di inizio stagione del team del presidente-allenatore Enrico Gagliarducci. “Siamo partiti come volevamo e speravamo – dice il giovane esterno destro difensivo Valerio Di Romano – Abbiamo fatto un tris di vittorie e dato un segnale alle concorrenti e anche a noi stessi, d’altronde le ambizioni della società erano chiare. Questo blocco non ci voleva perché magari può “mescolare” le carte alla ripresa, ma cercheremo di lavorare al meglio in questo periodo”. Nei limiti del possibile e nel pieno rispetto dell’ultimo decreto che impone allenamenti in forma individuale, la Polisportiva Borghesiana ha ripreso ad allenarsi nel centro sportivo “Brasili”. “Cerchiamo di farci trovare pronti per quando si riprenderà a giocare – dice Di Romano – Certo, non è facile mantenere la concentrazione giusta in questo periodo, ma dobbiamo cercare di impegnarci al massimo in vista della ripresa”. Il difensore classe 1997 è arrivato l’anno scorso alla Polisportiva Borghesiana e fa parte del gruppo di giocatori che hanno seguito Gagliarducci: “Una persona eccezionale e un grande appassionato di calcio” dice Di Romano che, sempre dalla passata stagione, ha iniziato l’avventura da allenatore con un gruppo del settore di base del club capitolino. “L’anno scorso avevo i 2011, quest’anno mi sono stati affidati i 2010. E’ una bellissima esperienza quella di poter trasmettere la mia passione e le mie conoscenze a questi bambini. Sono giovane e in futuro mi piacerebbe poter fare l’allenatore in maniera più continuativa, intanto mi godo questa esperienza. Con i 2010 stiamo continuando gli allenamenti, seguendo le disposizioni anti-Covid: il gruppo è ricettivo e ha qualità interessanti”.

Lascia un commento