Polisportiva Bellegra (calcio, Promozione), De Santis: “Il campionato è appena iniziato…”

Bellegra (Rm) – La Promozione della Polisportiva Bellegra non è riuscita a centrare un risultato positivo nemmeno al terzo tentativo ufficiale. Dopo le sconfitte di misura con Vis Subiaco (in Coppa Italia) e Setteville (nella prima di campionato) e dopo aver saltato la sfida col Bi.Ti. Marino per via di alcune problematiche legate al Covid dei castellani, la formazione di mister Vinicio Quaresima ha ceduto per 4-1 tra le mura amiche contro il blasonato Atletico Torrenova. Ma il risultato non deve ingannare perché i padroni di casa sono stati in partita almeno un tempo come testimonia il centrocampista classe 1986 Paolo De Santis. “Abbiamo giocato quaranta minuti di altissimo livello contro una delle squadre favorite per la vittoria finale. Siamo andati in vantaggio con un gol di Titocci, ma a cinque minuti dall’intervallo abbiamo avuto un calo di attenzione e gli ospiti sono stati micidiali con un uno-due terrificante. Siamo rientrati in campo dopo il riposo con l’idea di tenere il risultato in bilico il più a lungo possibile, invece a inizio ripresa è arrivato il 3-1 che ha praticamente fiaccato le nostre speranze”. Il mediano, al quinto anno di militanza nella Polisportiva Bellegra, parla delle prospettive stagionali della squadra: “Ci sono tutte le potenzialità per centrare una salvezza diretta o quantomeno di giocare un play out in casa. Ma è chiaro che dobbiamo cominciare a muovere la classifica, anche per darci una spinta dal punto di vista del morale. La squadra, comunque, è serena e soprattutto si è già formato un buono spirito di squadra tra vecchi e nuovi elementi”. Domenica la Polisportiva Bellegra sarà di scena sul campo dell’Almas che ha collezionato cinque punti nelle tre gare di campionato disputate: “E’ una squadra di grande tradizione che merita rispetto e tra l’altro finora è imbattuta. Ma noi cercheremo di giocarci le nostre carte, magari provando ad essere più continui a livello di prestazione nel corso dei novanta minuti”.

Lascia un commento