Balestrini trascina la Pibe de Oro: Magnitudo al tappeto

Pibe de Oro – Magnitudo 2-0
35′ pt Balestrini (rig.)
35′ st Balestrini

Buona la prima per i ragazzi di mister De Persio che con un gol per tempo si aggiudicano i 3 punti in palio contro un’ottima Magnitudo. La prima mezz’ora di gioco è quasi tutta ad appannaggio degli ospiti con un super Podeschi che chiude la saracinesca in almeno 2 occasioni. La prima al 18′ quando si esibisce in un doppio intervento che sa di miracoloso alle conclusioni di Mari e Cirelli. Al 30′ seconda occasionissima per la Magnitudo, Cirelli batte una punizione al veleno, con la palla che viene respinta a pochi passi e solo grazie ad un super istinto Podeschi riesce a neutralizzare. Gli ospiti spingono ancora ed andrebbero anche in vantaggio, ma l’arbitro giustamente, vedeva un fuorigioco ed annullava. Qui la gara cambia volto, mentre gli ospiti protestano la Pibe riparte subito con Podeschi che lancia i suoi al contrattacco. La Magnitudo è sbilanciata e si trova a subire un 3 contro 2 con Bollici che offre la palla a Balestrini abile in area a smarcarsi del portiere che non può far altro che atterrarlo. Giallo e rigore. Dal dischetto realizza con freddezza lo stesso numero 10 mandando la palla a destra e l’estremo difensore a sinistra. Gli ospiti accusano il colpo ma è ancora Podeschi a dire di no ad un colpo di testa di Cirelli. Il secondo tempo vede la Pibe controllare abbastanza agevolmente la gara ed anzi a rendersi pericolosa ancora con Balestrini ma il suo bel pallonetto (al 4′ della ripresa) finisce a lato di poco. Passano due minuti e su un errore di Salerno arriva l’occasione più ghiotta per la Magnitudo di pareggiare ma è lo stesso difensore a rimediare alla grande salvando sulla linea. Dopo questo sussulto la difesa di casa sale sugli scudi, Valentini e Chialastri dominano in area tutti i duelli aerei offrendo agli avanti della Pibe molte occasioni di ripartenze. Ed è proprio da una di queste che Bollici, con una giocata sopraffina, offre al 80′ un assist al bacio per Balestrini che non si fa pregare e con un preciso diagonale batte l’incolpevole portiere, sancendo di fatto la fine della partita.

Ufficio Stampa Pibe de Oro Calcio

Lascia un commento