Grottaferrata calcio a 5 (serie C2), il team manager Ragonesi: “Questo club merita altri palcoscenici”

Grottaferrata (Rm) – Il Grottaferrata calcio a 5 esordirà sabato prossimo nel campionato di serie C2. Una “matricola atipica” la squadra messa in piedi dall’ambizioso presidente Manuel Masi: il club criptense non ha lesinato sforzi in estate per allestire un organico di primissimo ordine e sabato a Sora arriverà il primo esame ufficiale. “Affronteremo un avversario di cui sappiamo poco – dice il team manager Mirko Ragonesi – Abbiamo letto della volontà del club ciociaro di fare bene in questa stagione e poi da quelle parti non è mai semplice fare risultato pieno, ma noi vogliamo iniziare col piede giusto e dare un primo segnale alla società e alle nostre avversarie”. Il Grottaferrata è stato protagonista di un pre-campionato “in crescendo”, culminato con la vittoria del triangolare di sabato scorso in cui i castellani si sono confrontati con una squadra di serie B (la Fortitudo Pomezia) e con una di serie C1 (Abm Frosinone). “La squadra ha dimostrato di stare bene contro due avversari di ottimo livello. La società ha fatto grandi investimenti e ha ambizioni chiarissime: ci sono tutte le possibilità per fare la scalata fino ai campionati nazionali, come da intenzioni del presidente Masi che tra l’altro in occasione della trasferta di Sora ha organizzato il viaggio col pullman. Nelle ultime ore è stato perfezionato anche il tesseramento del laterale Giuseppe Croce che arriva dal Santa Gemma (compagine di serie C1, ndr) e la rosa è davvero ricca di alternative: mister Piscedda dovrà essere bravo nella gestione del gruppo, ma questo è un rischio calcolato. Ma nulla è scontato, specialmente in queste categorie: bisognerà dare il massimo in ogni allenamento e nelle gare ufficiali per far seguire i fatti alle parole”. Ragonesi è entrato nel “mondo Grottaferrata calcio a 5” in virtù della forte amicizia che lo legava al compianto Ivano Checchi: “Avevo un rapporto di grande stima e affetto con lui, sono qui per Ivano e assieme ai ragazzi, allo staff tecnico e alla società cercheremo di onorare al meglio la sua memoria”.

Lascia un commento