Tor de’ Cenci, l’entusiasmo di Pellegrini: “Felici per i primi Open day della Scuola calcio”

Roma (Rm) – Metterà la sua esperienza al servizio dei piccoli calciatori della Scuola calcio del Tor de’ Cenci. Paolo Pellegrini, ex presidente della Selcetta, è il neo responsabile tecnico del settore di base del club capitolino e sia lunedì che ieri ha coordinato sul campo i primi open day organizzati al “Mancini”, affiancato dai collaboratori tecnici Marta Giacinti e Michele Delle Chiaie. “Abbiamo ospitato diversi bambini compresi nella fascia d’età tra i 5 e gli 11 anni, facendoli allenare per poco meno di un paio d’ore e dando un saggio di quello che saranno gli allenamenti della nostra Scuola calcio – dice Pellegrini – L’esperimento verrà ripetuto sia domani che venerdì e poi anche la prossima settimana, ascoltando le esigenze delle famiglie che saranno alle prese con l’inizio delle scuole”. Ad osservare i primi passi del settore Scuola calcio del Tor de’ Cenci c’era lo staff dirigenziale al completo: dal presidente Aldo Casarelli al suo vice Antonio Pinna, dal direttore generale Manuel Delle Chiaie a quello sportivo Ivano Renzi, presente anche per osservare il lavoro di preparazione pre-campionato della Prima categoria. “Raccogliendo una mia proposta, la società ha fatto grandi sforzi per cercare di venire incontro alle famiglie e al tempo stesso aumentare i numeri del nostro settore di base – spiega Pellegrini – Le tariffe di iscrizione alla Scuola calcio del Tor de’ Cenci sono tra le più basse della zona, ma questo non vuol dire che non faremo le cose con la massima professionalità e con tutta la passione del caso. L’idea è quella di cercare di formare tutti i gruppi, ma siamo ovviamente all’inizio di un percorso e quindi tra qualche settimana avremo un quadro più chiaro della situazione. Mi ha fatto piacere vedere al campo già alcuni piccoli calciatori, totalmente “novizi” della nostra disciplina, oltre ovviamente ad altri che già avevano fatto attività di Scuola calcio. Cercheremo di fare un buon lavoro mettendo al centro l’aspetto ludico dell’attività calcistica e curando al tempo stesso le basi tecniche dei nostri piccoli atleti”.

Lascia un commento