Casal Barriera, l’emozionante saluto di Mele: “Finisce la mia avventura più bella”

Le parole di commiato del difensore

Davide Mele si separa dal Casal Barriera. Il difensore centrale lascia il ‘Nicolino Usai’, teatro di tante battaglie in una stagione dolce per la formazione di mister Damiani. L’ex PC Tor Sapienza è in cerca di una nuova esperienza. 

“Finisce qui la mia avventura al Casal Barriera, senza dubbio la mia più bella esperienza calcistica da quando gioco in prima squadra. Trovo veramente difficile esprimere ciò che provo col giusto corrispettivo delle parole, per una scelta veramente sofferta. Come ho già detto ai miei compagni privatamente sono consapevole di lasciare un gruppo unico, un gruppo di amici prima che di compagni di squadra, un gruppo che porterò sempre nel mio cuore. Partiti tra lo scetticismo generale siamo stati in grado di ritagliarci uno spazio da protagonisti in un campionato molto difficile per una squadra giovane come la nostra. Partite come il 3-0 in casa al Gaeta o la vittoria in rimonta a Formia sono ricordi (come tanti altri) che rimarranno indelebili nella mia mente, perché le emozioni provate in quei momenti saranno più forti del tempo, e mi ritengo fortunato ad averle vissute in prima persona e da protagonista.

Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno reso possibile il concretizzarsi di questa favola, il presidente Carlo D’Alonzo, persona a dir poco eccezionale, senza dubbio unico per il suo modo di fare tra tutti i presidenti di questo nostro calcio. Ringrazio il grande direttore Massimiliano Melis, con cui c’è un rapporto da due anni che sono sicuro non finirà adesso che ci separiamo, per la fiducia sempre dimostrata con i fatti. Grazie al mister Alessandro Damiani, artefice di una grande cavalcata dal punto di vista tecnico e grande uomo. Grazie al vice presidente- massaggiatore- cazzaro- amico e tanto altro Giuseppe Damiani, che rappresenta il vero collante tra squadra e società, e ultimo, ma non di certo per importanza, grazie al dirigente numero uno del Lazio e grande amico Massimo Pizzuti, avere una persona che vuole bene ai ragazzi come te è stupendo e sono strafelice di averti conosciuto.

Un grande ringraziamento va agli warriors, il vero cuore del Casale, espressione di un calcio romantico che sempre di più sta svanendo, ogni domenica ci avete fatto emozionare e ci avete trasmesso quella carica in più che spesso si è rivelata decisiva.

Purtroppo nel calcio, come nella vita, ogni tanto ci si separa, ma l’importante è andare via a testa alta, con la consapevolezza di aver sempre dato il massimo per questa grande maglia. Rimarrò per sempre un tifoso del Casale e auguro a tutti voi i più grandi successi calcistici e non solo.

SEMPRE FORZA CASALE“.

Lascia un commento