Insieme Ausonia, patron Anelli tiepido sulla fusione col Formia: “Solo questione di campo per la D”

Il presidente biancoblù analizza la questione campo con le gare interne della Serie D che potrebbero disputarsi a Maranola, ma al momento esclude una possibile unione

Ultimi giorni di trepidante attesa in casa Insieme Ausonia con il club biancoblù pronto a festeggiare la storica promozione in Serie D. Quando avverrà la comunicazione ufficiale da parte della Lega, in alto i calici per brindare ad un traguardo immenso raggiunto dopo un’annata vissuta da indiscussi protagonisti dai ragazzi di mister Salvatore Amato. Ad intervenire è il Presidente dell’Insieme Ausonia Alessandro Anelli, con n occhio di riguardo al futuro e alla questione legata al campo.

“Intanto dobbiamo ancora aspettare per poter festeggiare. Finché non ci sarà l’ufficialità mi sento ancora in Eccellenza. In ogni caso, con la concreta possibilità di giocare in D il prossimo anno, ci stiamo già muovendo di conseguenza in relazione al fattore stadio. Da parte nostra c’è l’intenzione di voler disputare le gare interne a Formia, parteciperemo al bando per l’assegnazione del campo e stiamo già parlando con l’amministrazione comunale. Ma questo soltanto relativamente al terreno di gioco nell’eventuale Serie D.

Non parlo infatti di una possibile fusione con il Formia anche se quattro anni fa c’era da parte mia la volontà di rilevare il club. Se dovesse andare in porto la questione del campo, chiederò comunque a chi di dovere se accanto al nostro logo potrà figurare anche il nome di Formia. Questa è una piazza che da diversi anni non assapora più il calcio che merita, perciò sarebbe un segno di riconoscimento da parte mia se dovessimo giocare a Maranola”.

Ufficio Stampa Insieme Ausonia

Lascia un commento