Flaminia, patron Bravini punta ancora su mister Punzi e ds Coni. Le impressioni dei diretti interessati

La società rossoblù riaccende i motori

La Flaminia Civitacastellana, che festeggia nella prossima stagione, 2020/2021, la tredicesima presenza consecutiva in Serie D, ha deciso di rinnovare la fiducia al tecnico Francesco Punzi e al direttore sportivo Gigi Coni.  

Per l’allenatore romano si tratta della seconda stagione alla guida della formazione di Civita Castellana, per il secondo  della quarta con le stessa carica.

Per quanto riguarda lo staff tecnico questo sarà composto dall’allenatore in seconda Fabrizio Tiberti, dal preparatore atletico Cristian Quercioli e dal preparatore dei portiere Morgan Croce anche loro confermati.  

“Andiamo avanti  secondo  i programmi – ha detto il presidente Francesco Bravini – la stagione che si è conclusa, anche se in maniera anomala, ci ha visto penalizzati dai tanti infortuni. La squadra al completo  ha dimostrato di essere competitiva e anche ricca qualità e di valori.  Con Coni prosegue il progetto che interessa anche il settore di giovanile, con Punzi diamo continuità tecnica sia  alla prima squadra e sia alla formazioni della juniores nazionale”.

“Sono contento e onorato di proseguire questa mia esperienza nella Flaminia, ha detto Punzi – c’è un ambiente ideale per costruire una progetto di qualità e di lavorare in una ambiente sereno. Ringrazio il presidente, Bravini, il direttore sportivo e lo staff societario, tutte persone che mi hanno consentito di svolgere il mio compito senza problemi”. Il tecnico romano che guiderà la squadra civitonica ha allenato nella sua carriera, la Torrimpietra, Tanas Casalotti, Palestrina, Albalonga, Real Pomezia, Rieti, UniPomezia e Vis Artena.

Le dichiarazioni di Gigi Coni: “Sono contento della riconferma da parte della società – dice – la stima da parte del presidente del patron mi inorgoglisce. Il calcio di Civita Castellana ormai è diventato punto di riferimento del panorama calcistico nazionale poiché è supportato da un’azienda come Flaminia, alla quale ogni professionista vorrebbe lavorare. Sono consapevole che il prossimo anno sarà duro, che dovrà affrontare anche i postumi della crisi generale nel paese, quindi le risorse saranno ridotte. Malgrado questo cercheremo di allestire una rosa per fare un campionato tranquillo ripartendo da quella della scorsa stagione”.

Ufficio Stampa Flaminia

Lascia un commento