Aprilia Racing, il neo-dg Biancolatte non nasconde ambizione: “Conquistare tutti con lavoro e scarificio”

SVELATO IL NUOVO DIRETTORE GENERALE DELLE RONDINELLE

Grande novità in casa Aprilia con la nomina a direttore generale del club (dalla prima squadra alla scuola calcio) di Marco Biancolatte, reduce dall’esperienza in Sardegna con il Castiadas. Ecco le sue prime parole nell’intervista integrale che riportiamo.

Buongiorno direttore, complimenti per la nuova nomina: come è nata questa possibilità?

“Ho conosciuto Antonio Pezone un anno fa alla ‘Pineta Dei Liberti’ e mi sono accorto subito delle tante potenzialità che possiede l’Aprilia proprio grazie alla famiglia Pezone. Da quel giorno ho voluto conoscere meglio il Presidente e capire la sua metodologia di lavoro e allo stesso modo ho dato possibilità a lui di farmi conoscere”.

Sarà dg a 360 gradi: ha già in mente qualcosa per il prossimo futuro?

“Quando mi ha conferito l’incarico di dg totale della sua società ho provato gratificazione e tanta responsabilità per la stima riposta nei miei confronti. Mi rendo conto che è un ruolo molto ambito e non mi farò trovare impreparato. Sia il sottoscritto che tutti coloro che lavorano per l’Aprilia dovranno dare un valore enorme nel far parte di questo progetto e di conseguenza essere animati da questo spirito di riconoscenza tutti i giorni. Scuola calcio e settore giovanile dovranno lavorare con una metodologia unica che sarà targata Aprilia”.

Quanto è importante per una società laziale avere degli impianti come lo stadio Quinto Ricci e la Pineta dei Liberti per settore giovanile e scuola calcio?

“Non sono tante le squadre nel panorama nazionale che hanno mezzi e strutture così importanti compreso l’utilizzo del Quinto Ricci con una capienza di 3500 posti. La società sarà al servizio dei ragazzi per farli crescere in questo sport”.

Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati insieme al Presidente? Sarà un’Aprilia ambiziosa?

“Per quanto riguarda la prima squadra è ovvio che debba avere delle ambizioni. Nessuno può promettere traguardi ma dobbiamo portare rispetto a questa proprietà ogni giorno tramite il lavoro in campo e soprattutto fuori dal campo. Solo così si potranno raggiungere risultati che una società come l’Aprilia deve puntare. Insomma con lavoro e sacrificio dovremmo conquistare tutti e far divertire i nostri tifosi. Questa è l’unica maniera per ripagare passione e disponibilità della famiglia Pezone”.

Area Comunicazione Aprilia Racing

Lascia un commento