Manoni saluta Ladispoli: “Le cose belle finiscono, si prendono altre strade…”

Il centrocampista di Bassano Romano, classe 1997, saluta dirigenti, compagni e mister Zeoli

Francesco Manoni chiude la sua avventura al Ladispoli, nella giornata di ieri è arrivato il messaggio con cui l’ex Primavera Lazio saluta i rossoblù del Tirreno.

L’ex ormai capitano della truppa di Zeoli – inviperita per il verdetto cristallizzato con tanto di retrocessione in Eccellenza – ha voluto la salutare il club di Paris con un messaggio sul proprio profilo Facebook:

Nella vita anche le cose belle finiscono, si prendono altre strade sperando che siano belle alla stessa maniera o forse di più di quelle già percorse. Dopo due anni mi sento di scrivere qualche parola di affetto e ringraziamento a questa società che mi ha accolto come un figlio, dandomi anche responsabilità importanti. Per primi i ringraziamenti vanno a tutte quelle persone che hanno lavorato sia davanti che dietro le quinte per farci rimanere nella cosiddetta costante di benessere sociale e sportivo. Senza di voi non sarebbe stato tutto più molto più difficile.

Ringrazio il Presidente UMBERTO PARIS per il suo essere stato sempre disponibile e presente in tutto questo arco di tempo,sia in positivo sia in negativo. Un grazie di cuore al Direttore Paolo Nista mi ha fatto sentire fin da subito la sua fiducia nei miei confronti, dandomi una responsabilità non da poco e quindi prendendo una decisione che non tutti avrebbero preso.

Un grazie a Giovanni Ardita assessore allo sport di Ladispoli per la sua presenza e il suo aiuto extra calcistico,su tematiche amministrative e di contatti interpersonali. Grazie a mister MICHELE ZEOLI per essere stato sempre così perfezionista e severo nei miei confronti,mi hai insegnato tanto e te ne sarò sempre grato. Grazie a tutti ragazzi,ovviamente per me compagni di squadra che mi hanno supportato e sopportato in tutto questo cammino,essere esigente molte volte da noia lo so, ma spero di avervi lasciato qualcosa di positivo e costruttivo ad ognuno di voi. Grazie ai tifosi che ci hanno sempre seguito. Vi chiedo scusa se qualche volta non ci siamo capiti e ci sono state delle incomprensioni, ma sappiate che noi giocatori e tutti gli addetti ai lavori abbiamo fatto di tutto per rendervi felici e orgogliosi di noi.

Grazie a voi Vincenzo Affinito e Luciano Mercuri per non averci fatto sempre trovare tutto pulito ed ordinato, rendendo così il nostro lavoro ancora più bello e stimolante. Con questa foto abbiamo iniziato e con questa foto voglio “finire” il nostro cerchio. Ci sono stati tanti attacchi, ma siamo stati vincenti e professionali a non cascare in tentazioni terze. Nonostante tutto complimenti a NOI. Personalità e carattere ricordate. In bocca al lupo a tutti”.

Lascia un commento