Virtus Club, Pentrella tira le somme: “Mancata ciliegina sulla torta. A chi mi dava per bolito…”

Sulla carta doveva essere la guida dello spogliatoio ed in campo. Arrivato in estate, Emiliano Pentrella ha ricevuto anche in dote la fascia di capitano della Virtus Club. Il suo arrivo ha reso tutti felici, ma all’ex Atletico Zagarolo e Roma VIII è mancato qualcosa.

Sicuramente il virus non ha permesso di lottare fino in fondo per la Promozione…

Queste le parole dell’esperto regista:

“Avevo sperato di tirare le somme di questa stagione calcistica in modo totalmente diverso, e perchè no nel mio immaginario sognavo di festeggiare il salto di categoria tanto agognato, ma questo maledetto virus non ce lo ha permesso, nonostante ciò comunque questa annata ha lasciato dentro di me un qualcosa di veramente speciale, ho ritrovato vecchi amici e compagni di battaglie..ne ho conosciuti apprezzati e stretto legami con dei nuovi, ho visto crescere e compattarsi un insieme di ragazzi che senza nessun tipo di forzatura o altro ha creato uno dei gruppi più belli mai conosciuti fin ora. È mancata la cigliegina sulla torta, quello sprint finale che ci avrebbe consentito di lottare fino in fondo per la vittoria finale ma va bene così, rimane il bello di aver condiviso con persone SPECIALI uno scorcio di campionato che ci ha visto protagonisti da subito e questa non puó che essere una piccola soddisfazione! Spero in cuor mio di aver onorato in pieno quella fascia che TUTTI tranne Alessio Dimasi e Gabriele Martella… Avete deciso di darmi a inizio anno, per me è stato un onore avervi potuto “rappresentare “ ogni domenica, e ad oggi con il nodo in gola mi sento di dirvi GRAZIE! Spero in ogni caso di aver lasciato qualcosa di me in ognuno di voi! Auguriamoci quanto prima che questo sport che noi tanto amiamo possa ripartire il più presto possibile e che possiamo finalmente tornare a esultare tutto insieme! VI VOGLIO BENE

Chiudo con una annotazione personale, riferita a chi mi dava per finito cotto e bollito e che ha riso alle mie spalle , ricordatevi che il sudore paga e che il campo parla sempre e ovviamente ci si vede l’anno prossimo” 

Lascia un commento