Stop ai dilettanti, Bastianelli e l’ipotesi dei verdetti: “Blocco delle retrocessioni, ma far riprendere la C…”

Parla il giornalista sulla ripresa della Lega Pro e lo stop imposto ai tornei inferiori

Tema centrale tra ieri ed oggi è la mancata ripresa dei campionati dilettantistici, un discorso arrivato ormai a un bivio decisivo al Consiglio Federale delle ore scorse.

Ci si ferma definitivamente fino ad agosto. Ne ha parlato il collega di Sportinoro Alessandro Bastianelli:

“That’s all folks, i campionati Dilettanti sono ufficialmente conclusi. Come tutti ormai, anche i più ottimisti, potevano immaginarsi. Ritengo assurdo far ripartire anche il campionato di Serie C, ma così è stato votato dal Consiglio Federale e quindi ci saranno 9 retrocessioni dalla C alla D.

Lo scenario dei dilettanti, a mio avviso e secondo quel che ho raccolto in maniera informale e a tempo perso, sarà il seguente: promozione in Serie C per tutte le prime in classifica dei 9 gironi di Serie D e blocco totale delle retrocessioni. Nelle categorie inferiori, a scendere, ci sarà soltanto la promozione nella serie superiore delle prime classificate. L’eventuale sovrannumero in Serie D e nelle categorie regionali (dall’Eccellenza in giù) sarà gestito “confidando” nei soliti fallimenti e sparizioni che ogni anno accadono. Mi sembra impossibile retrocedere una squadra senza il verdetto sul campo (così come il regolamento IFHAB lascia intendere). Nessuna retrocessione quindi dalla Serie D all’Eccellenza e così via.

Per quanto riguarda il settore giovanile, ogni decisione è legata a quanto verrà stabilito per le scuole. In ogni caso, dubito che i dilettanti potranno cominciare a giocare prima di Ottobre, e dubito che potranno farlo a porte aperte prima del vaccino. Questo, secondo il mio punto di vista, lo scenario che ci attende.

Spero di rivedervi sui campi e in TV il più presto possibile, adesso la vita ci impone di pensare ad altro”.

Lascia un commento