Civitavecchia, l’addio di Nunziata. I commenti del portiere e di patron Presutti

Un giocatore che tanto ha dato alla causa, prima portuale e ora neroazzurra…

Si separano a fine stagione le strade tra il Civitavecchia Calcio 1920 e il portiere Luca Nunziata. Un uomo fondamentale in questa sua lunga permanenza nella società civitavecchiese dove prima del giocatore, che è sempre stato un punto di riferimento per i compagni e la società stessa, va sicuramente lodata la persona.

L’addio di Luca Nunziata arriva per motivi extra calcistici, a malincuore:
“Non farò più parte del Civitavecchia calcio, in cuor mio la mia amata CPC. È dura aver preso questa decisione, ma come molti di voi sanno nel calcio bisogna fare delle scelte, tutti, a volte incomprensibili, a volte obbligate. Dispiace lasciare amici da una vita, compagni eccezionali, uomini veri pronti a combattere spalla a spalla. Dispiace lasciare un posto, una casa, una famiglia in cui avevo scelto di fondare le mie radici, in cui avevo scelto di dare tutto me stesso e il massimo per raggiungere obbiettivi importanti. Una famiglia che negli anni ha visto andar via persone importanti, in particolare una, a me cara, carissima, di cui sarò sempre riconoscente e che resterà sempre nel mio cuore. Sicuramente non è un addio ma un arrivederci. Un grande in bocca al lupo a tutti quanti amici miei. Un abbraccio grande”.

Il presidente Patrizio Presutti: “Sono certo che sarà solamente un arrivederci. Mi dispiace non solo perdere un portiere, forse così nel comprensorio è difficile trovarne, ma soprattutto un uomo di grandi valori e principi. Rispettiamo la sua scelta augurandogli il meglio nel suo breve futuro lontano da qui, perchè sono certo che tra qualche anno sarà ancora qui nella sua famiglia” .

Ufficio Stampa Civitavecchia
Foto – Alessio De Luca

Lascia un commento