Coronavirus e cattiva informazione. Il virologo Tarro: “In Italia abbiamo chiuso tutto…”

Le parole del virologo circa l’interruzione della macchina statale

Giulio Tarro, virologo, è intervenuto in diretta a Radio Punto Nuovo: “Coronavirus come SARS? Prima della prima SARS i virus arrivavano e se ne andavano da soli. Poi la SARS è arrivata ed ha lasciato l’impronta, un’altra nel 2015 in medio oriente e poi c’è il Covid. Se guardiamo in Israele e Scandinavia, non ci sono state queste chiusure, hanno continuato a vivere.

In Danimarca sono tornati subito a scuola, in Germania si riparte, qui abbiamo chiuso tutto, interrompendo una macchina. Quando in Germania si aprì leggermente, subito urlarono all’aumento dei casi, facendo cattiva informazione visto che il tempo di incubazione è di 14 giorni” ha spiegato.

Corrieredellosport.it

Lascia un commento