Recanatese, il reatino Pezzotti sulla ripartenza: “Il calcio dilettantistico ne uscirà con le ossa rotta”

Il calciatore laziale parla delle sue aspettative in vista del consiglio federale

Marco Pezzotti, esterno reatino classe 1988, dopo tanti anni con la maglia del Rieti di cui ha vestito anche la fascia di capitano, due stagioni alla Sambenedettese, una al Pineto, una e mezzo alla Sangiustese, è passato a dicembre alla Recanatese dove prima dello stop era in lotta per i primi posti della classifica nel Girone F. 

Intervistato dal quotidiano “Il Messaggero”, ha parlato della propria quarantena: “Nessuno si sarebbe aspettato una cosa del genere da affrontare nel 2020. La pandemia ci ha costretti alla quarantena e abbandonare la routine così da un giorno all’altro è stato abbastanza traumatico. Questa cosa però mi ha permesso di dedicarmi a mia famiglia h24, cosa che non riesco mai a fare mai tra un impegno e l’altro”. 

Come vede il futuro del calcio dilettantistico? “Il calcio dilettantistico uscirà con le ossa rotte da questa pandemia la crisi che colpirà le aziende ricadrà su tutte le società dilettantistiche che si reggono con sponsor che non daranno più il loro contributo. Per quanto riguarda le serie d è un discorso complicato: siamo dilettanti per i contratti ma ci alleniamo 6 giorni su 7, nessuno ci tutela e il governo ha deciso che se non c’è prestazione i presidenti possono non pagare. Molti fortunatamente lo faranno magari togliendo una percentuale portando a termine gli impegni presi ma la maggior parte ha preso la palla al balzo per non pagare più e mettere in mezzo ad una strada moltissime famiglie che vivono di questo.

Adesso attendiamo notizie ufficiali per il definitivo annullamento di questa stagione che ormai pare inevitabile sperando nell’azzeramento dei contagi entro agosto per ripartire a settembre. Certo non c’è una certezza in questo momento e la sicurezza che chiede il governo in serie D così come nelle serie minori è impossibile da mantenere, però da qui a settembre cambieranno molte cose e sono sicuro che saranno positive per una ripartenza che per noi e le nostre famiglie sarà vitale”.

Lascia un commento