Monterosi, è un Capponi già in programmazione: “Futuro positivo, bella l’idea della terza serie”

Il calcio è in crisi, come qualsiasi azienda in questo periodo condizionato dal Coronavirus

Continua il viaggio di Notiziario Calcio tra le società di serie D per conoscere i pareri riguardanti il futuro di questa stagione. Oggi protagonista Luciano Capponi, presidente del Monterosi, società del girone E di serie D: “Purtroppo non ho la sfera di cristallo per conoscere il futuro, veniamo da una vacanza meravigliosa di riposo. Cosa potevamo chiedere di più allo stato? Con il Monterosi l’abbiamo vissuta con i miei messaggi giornalieri. Mi piace la grande intuizione di Gravina, con una terza serie che comprenderebbe il Monterosi”.

Sui verdetti: “Sinceramente preferirei una contesa sul campo, è la cosa più giusta, anche perché queste ristrettezze sono esagerate. Sono ben documentato. Preferirei vincere o perdere sul campo ma, da quello che sto capendo, probabilmente i campionati sono finiti così, il che significherebbe la morte di molte società per fallimento. Forse non ci sarebbero le retrocessioni, mentre le promozioni sì, ma anche qui c’è un’alchimia non comprensibile. La misura di giustizia, comunque, è rispettare i valori del campo”.

Sul futuro del Monterosi: “L’ho già programmato, anche perché credo che, una strategia a lungo termine, sia molto importante in questo mondo. La serie D è tutto tranne che dilettantismo; se dovessimo andare in terza serie, magari potrei avere qualche sponsor, mai avuto qui a Monterosi. Ci aspetta un futuro positivo, potrebbe continuare la mia favola, partita dalla 2° categoria; e, una volta in serie C, magari provare addirittura ad arrivare in B”.

Lascia un commento