Atletico Fiuggi, per Filipponi un’esperienza costruttiva: “Mi manca lo sfogo di allenamenti e partite”

A mancare – per un’eventuale ripresa – le condizioni economiche di molte squadre, le condizioni mentali di calciatori ed allenatori e le condizioni sanitarie…

Tra i giovani talenti scovati dal direttore sportivo Maurizio Manfra nell’ultimo mercato estivo, vi è sicuramente anche Matteo Filipponi. Il giovanissimo centrocampista classe 2000 è stato prelevato dalla Ternana dove tra Berretti e Serie C aveva già avuto modo di confrontarsi con il calcio che conta. Quest’anno la sua prima vera esperienza con i grandi con la maglia dell’Atletico Terme Fiuggi, un’annata sicuramente importante per la crescita del giocatore anche se interrotta prematuramente.

Parola a Filipponi. “Venivo dalla Ternana dove per metà anno ero stato convocato anche in prima squadra, ma posso dire che è stata questa la stagione in cui effettivamente ho compiuto il salto. Qui ho trovato sicuramente più continuità ed è stata un’esperienza che mi ha fatto maturare, molto costruttiva. Dispiace esserci fermati anche se è stata una decisione giusta. Certo, abbiamo perso mesi importanti e ripartire dopo tutto questo tempo non sarà semplice.

Credo che ci vorrà ancora molto perché in una categoria come questa non ci sono le attrezzature tali per garantire la sicurezza sanitaria. A livello personale sono state settimane dure, comunque ho cercato di fare qualche esercizio a casa ma non è la stessa cosa. Andare al campo, allenarsi e giocare la domenica rappresenta anche uno sfogo, ed è questo che al momento ci manca maggiormente soprattutto a noi giovani”.

Ufficio Stampa Atletico Fiuggi

Lascia un commento