Montenero, scossa Zambellan: “Proposta di validare la classifica di fine andata? Non scherziamo…”

Il massimo dirigente spera come tutti di riprendere a giocare il prima possibile. Ma è anche consapevole delle difficoltà

Scende in campo il presidente del Montenero FC Stefano Zambellan, per quello che deve essere l’immediato futuro del calcio dilettantistico. 

“Partiamo subito da questa tentativo di proposta che dice per i salti di categoria varranno le classifiche al termine del giorne di andata. Ma non scherziamo, parlo anche a nome dei presidente di tutta la Prima Categoria che erano terzi o quarti che hanno investito a dicembre per provare a vincere il campionato. Il sottoscritto ha messo mano al portafoglio perchè ci volevamo provare. E infatti abbiamo recuperato sette punti al Nuovo Latina e quattro all’Hermada. Se verrà presa questa decisione sarò molto arrabbiato, sarebbe una vera cavolata. Intanto lo dicano al più presto che la stagione è finita”.

Come vede il futuro del calcio dilettantistico? “Innanzitutto aspettiamo le decisioni governative e di di chi comanda il calcio dilettantistico. Ripeto, devono annunciare subito le loro decisione, che srve aspettare. Al momento non avranno mai l’ ok della comunità scientifica. E devono subito dettsare le regole per il prossimo campionato, se vogliono far ripartire il carrozzone dovranno mettere le iscrizio e tesseramente gratuiti. Altrimenti si chiuderà baracca e burattini. Non si potrà pagare per un campionato di Promozione dai 5 / 6 mila euro. Queste cifre fanno parte del passato. Condivido in pieno quello che ha detto il mio direttore Generale Fabio Santarpia. Anche i giocatori dovranno fare diversi passi indietro per quanto concerne il discorso rimborsi spesa. Sarà ancora più difficile reperire sponsor, anche a cifre basse. Quando avremo chiaro il quadro della situazione parleremo con tutti i ragazzi in organico, perchè si sono comportati alla grande con serietà e impegno. Capisco per qualcuno che viene da fuori non sarà semplice, ma noi come sempre vogliamo essere chiari da subito. Penso che ogni borgo e paese formeranno le squadre con ragazzi del terriotorio, arriveremo al vecchio rimborso, quando si dava solo la benzina”. 

In chiusura. “Ritornando al discorso di prima, voglio dire a voce alta se decideranno le promozioni con la classifice al termine del girone di andata sarà una decisione assurda. Ripeto o si annullano i campionati o si riprenderà a ottobre (se tutto va bene) con le partite che sono rimaste da giocare. Con il prossimo campionato che potrà iniziare a gennaio”. 

Paolo Annunziata – Tuttocalciopontino.com

Lascia un commento