Paliano, Romaggioli ha poca fede nel rientro: “Il calcio manca, ma…”

Tra stop forzato e calcio giocato: l’ex Vis Artena racconta la stagione che è stata fino allo stop, tracciandone un bilancio

Cristian Romaggioli è un pilastro del Paliano, neopromosso in Eccellenza dopo aver agguantato e perso la Finale di Coppa Italia di Promozione, ormai un anno fa, contro la CPC.

Per un tratto della stagione ha faticato più del dovuto, ma la società ed il gruppo è stato sempre con l’allenatore, Francesco Russo.

Il difensore in passato anche a Genzano sponda Sporting, racconta in esclusiva a Lazioingol.it la stagione vissuta al ‘Tintisona’, guardando con filosofia al futuro.

Il calcio manca, è innegabile. Mancano gli allenamenti, lo spogliatoio, la tensione della domenica e pensa che mi manca anche discutere con gli arbitri (ride, ndr). A parte tutto questo, la cosa fondamentale ora è uscire da questo brutto momento. In primis viene la salute e non so e non credo si possa riprendere. Ricordiamoci che siamo dilettanti e non viviamo solo di calcio. Per fortuna abbiamo un lavoro e giocare tante partite, tutte insieme, non penso si possa fare.

Il nostro andamento sinceramente è stato troppo a singhiozzo. Sinceramente le aspettative ad inizio stagione erano diverse, ma ancora ci sono o meglio, ci sarebbero state, tante partite da giocare, quindi niente era già scritto e deciso. Aspetteremo le decisioni che prenderanno gli organi competenti e le accetteremo”.

Lascia un commento