Sibilia ribadisce preoccupazione: “Aspettiamo la relazione della commissione medico-sanitaria per valutare eventuale ripresa”

Continua senza tregua in Italia l’emergenza Coronavirus

In occasione degli auguri di Pasqua è tornato sull’argomento principe di questi mesi terribili Cosimo SibiliaPresidente della LND, che si è detto sempre più preoccupato della situazione.

Sibilia ha sottolineato però allo stesso tempo di avere speranza sulla ripresa dei campionati: il tutto con un messaggio ricco di speranza alle società dilettantistiche di tutta Italia.

Cosimo Sibilia, Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e Vicepresidente Vicario della FIGC, è intervenuto poi ai microfoni di CentroSuonoSport:

“La Lega Nazionale Dilettanti rappresenta dodicimila società, oltre sessantamila squadre ed ha un milione di tesserati, perciò c’è un mondo dietro al calcio e in questo momento abbiamo bisogno del sostegno forte e reale da parte dei rappresentanti governativi. Circa il 30% delle società potrebbe avere difficoltà a sopravvivere.

Il Ministro dello Sport ha parlato di uno stanziamento di 400 milioni di euro per tutte le federazioni calcistiche nazionali. Abbiamo chiesto un aiuto per l’iscrizione ai campionati e l’estensione del Decreto Melandri alla Lega Dilettanti, anche l’impiantistica sportiva non potrà più essere a carico esclusivo delle società.

Abbiamo iniziato a sospendere i campionati dal 23 febbraio, chiaramente c’è la possibilità di uno stop definitivo ma preferirei fosse il campo a emettere il giudizio finale. Non voglio fare previsioni, dobbiamo aspettare le decisioni del Governo e poi uscirne tutti insieme e compatti. Ieri ho avuto un incontro con i Presidenti delle Leghe ma si è parlato solamente della Serie A. Come Lega Dilettanti abbiamo la necessità di capire quali possano essere le condizioni per una ripresa perché in mancanza di strumenti per garantire la salute degli atleti sarò intransigente. Aspettiamo le riflessioni e la relazione della commissione medico-sanitaria per valutare l’eventuale ripresa”.

Lascia un commento