Atletico Fiuggi, Ludovici entusiasta del progetto: “Il campo manca tantissimo, un onore questa maglia”

L’estemo difensore ripercorre i momenti della stagione biancorossoblù

Dopo qualche stagione trascorsa in Promozione, quest’anno per Marco Ludovici si è presentata l’opportunità di tornare in Serie D, una categoria che l’estremo difensore conosce bene e che ha potuto riassaporare con i colori dell’Atletico Terme Fiuggi.

In estate mister Incocciati lo ha voluto in rosa e lui non ci ha pensato su due volte andando a difendere i pali della squadra della sua città, come racconta: “Negli ultimi anni avevo deciso di scendere di categoria, ma all’inizio di questa stagione è arrivata questa occasione e quando mi ha chiamato il mister sono stato molto felice. Certo, non è stato semplicissimo riadattarmi perché comunque il salto si nota. Però devo dire che piano piano ci ho ripreso la mano ed ho cercato di farmi trovare pronto quando sono stato chiamato in causa. Devo molto al mio ex compagno Cosimo La Gorga che nei primi mesi mi ha aiutato tantissimo. Mi dispiace che è dovuto partire, lo reputo un grandissimo portiere, sicuramente tra i migliori che ho visto. A Fiuggi mi trovo bene, sono del posto e quindi sono a casa. Proprio per questo è un onore poter indossare questa maglia e portare in alto il nome della città in Italia e in stadi davvero importanti per il calcio. Sono contento del grande progetto che è nato quest’anno, qui non si era mai visto un certo tipo di calcio ed è un vanto per tutti gli abitanti”.

Infine, l’estremo difensore conclude con un pensiero sull’attuale momento di emergenza: “Purtroppo il calcio manca tantissimo e molti giocatori stanno vivendo delle difficoltà anche a livello economico. Ma adesso bisogna pensare prima di tutto alla salute per poter tornare il prima possibile sui campi”.

Ufficio Stampa Atletico Fiuggi

Lascia un commento