Pescatori Ostia, la salute al primo posto. Il dg Fabi: “Appena sarà finito questo incubo…”

Il dirigente brama la giornata dell’Abbraccio gialloverde: l’analisi del momento complicato

Proseguiamo il nostro cammino, nonostante le difficoltà di questo isolamento e di questa quarantena che ci impedisce di fare le cose alle quali teniamo di più, ovvero giocare a calcio, fare sport e tifare la Pescatori.

Abbiamo ascoltato il Presidente, parlato anche con Jacopo Ercolani, oggi invece, ci siamo intrattenuti (sempre al telefono, nel rispetto delle norme) con il Dg gialloverde, Fabio Fabi, anche lui tra i protagonisti di questa rinascita gialloverde. E siamo partiti da un commento, breve ma molto esauriente, su questo stato di emergenza sanitaria:

“Buongiorno a tutti e un saluto a tutti i ragazzi, genitori allenatori e dirigenti. Si, la situazione è difficile per tutti. Anche se stiamo, personalmente, bene, e la mia famiglia non vive questa problematica a livello sanitario, a livello psicologico invece è una botta non facile da assorbire. Dobbiamo stringere i denti, continuare a restare a casa e presto torneremo alla normalità”

La Pescatori è stata tra le prime Società a capire subito la gravità di questa problematica e a provvedere per la sicurezza dei propri atleti. Direttore ci parli di questo.

“Si, Insieme con il Presidente e con gli altri, abbiamo subito capito che si trattava di qualcosa di veramente complicato. La gravità è apparsa subito chiara e abbiamo deciso di chiudere il Lodovichetti e di sospendere l’attività. La salute dei nostri ragazzi è sempre al primo posto. E infatti alla ripresa delle attività sanificheremo tutta la struttura per mettere in sicurezza tutti i ragazzi”

Cosa le manca di più Direttore, e a chi vuole rivolgere un pensiero, in particolare?

“Manca il rapporto con tutta la Famiglia della Pescatori e, in particolare con i miei ragazzi del 2005 che ho allenato e che sento quotidianamente in videoconferenza e che invito a restare sereni e ad aver fiducia che presto torneremo a giocare. Sono rammaricato specialmente per il gruppo di Faraco che stava facendo grandi cose e per la Prima Squadra di Lodi, protagonista di una delle stagioni più belle degli ultimi anni. Anche se la speranza di riprendere, in questo caso, non è ancora del tutto svanita e speriamo che si possa chiudere il campionato”

Quest’anno, inoltre, sarebbe tornato ai suoi antichi fasti il prestigioso e storico Torneo “Lodovichetti”. Ci può dire se si potrà ancora farlo e quando?

“Si, sono dispiaciuto che non si possa, in questo periodo, parlare solo di queste belle iniziative sportive, a partire proprio da questo torneo che è tra i più importanti del litorale e storico della Pescatori. Ma posso anche annunciare che pensiamo di poterlo spostare a Dicembre. Abbiamo tante società importanti, dalla Viterbese al Frosinone, che avevano dato adesione. E contiamo di averle in questa versione “natalizia”, sperando in primis che tutti stiano bene e in salute, che è la cosa che conta di più”.

In chiusura un’iniziativa importante per la Scuola Calcio e un messaggio.

“Si, ci tengo a dire ai Genitori dei nostri piccoli della Scuola Calcio che i mesi che, naturalmente, non saranno fruibili per questa emergenza verranno rimborsati sotto forma di un “Buono” che potrà essere usato per l’acquisto di materiale sportivo a Sportuno. Il messaggio invece va a tutta la Famiglia gialloverde: Appena sarà finito questo incubo faremo una grande giornata dell’abbraccio gialloverde, per scaricare le tensioni e le paure di questi giorni. Forza Pescatori”

UFFICIO STAMPA PESCATORI OSTIA

Lascia un commento