Anagni, il dg Galante non fa pronostici circa il rientro: “Ci sarà forte contraccolpo, non roviniamo due stagioni!”

In una situazione drammatica senza precedenti, la voce del diggì biancorosso

In piena lotta playout nel girone G di serie D, al Città di Anagni interessano non poco gli eventi che seguiranno nei prossimi giorni. Per avere un’opinione in merita da parte della società laziale, la redazione di Notiziario Calcio ha contattato il direttore generale del club, Marco Galante:

“La situazione la stiamo vivendo un po’ come tutti. Lo staff ha dato dei lavori individuali ai calciatori, programmi che cambiano ogni settimana. Purtroppo, ad oggi, la priorità è la salute, come hanno detto anche altri miei colleghi. In questo momento è molto difficile fare previsioni. Il campionato è già molto condizionato, non giochiamo dal 1° marzo e saremo fermi anche ad aprile. Si tratta di una situazione complicata, impossibile da pronosticare. A mio avviso bisognerebbe pensare prima alla sicurezza sanitaria, poi alle aziende che risentiranno molto di quest’emergenza. Spero che, in qualche modo, la Lnd ci tuteli: quando ripartiremo ci saranno diversi contraccolpi economici”.

Sui problemi economici che seguiranno l’emergenza sanitaria: “Il calcio non può fare a meno delle aziende che sponsorizzano le società, ci sarà un forte contraccolpo. A mio avviso, giocare a ciclo continuo non è la scelta giusta: se finiamo a metà luglio e ricominciamo ad agosto, non c’è sosta. Bisogna pensare che, le aziende che sostengono le società, debbano avere un periodo in cui mettersi nei giusti binari. Mi auguro che la Lega aiuti le società in qualche modo, sarebbe tutto più semplice. Oggi, però, ripeto che bisogna pensare prima alla salute. Porte chiuse? Non è una soluzione scendere in campo il prima possibile, bisogna salvaguardare la sicurezza anche di tutti gli addetti ai lavori. Bisognerà ripartire normalmente, se ci fosse la possibilità, altrimenti si pensi già alla stagione 2020-2021, altrimenti si rischia di rovinare due campionati”.

Lascia un commento