Santa Maria delle Mole, Sansotta: “Abbiamo raccolto poco! Ricominciare? Devono esserci le condizioni”

Il contributo del classe ’91, esempio virtuoso in questo momento di difficoltà globale

Bisogna fermarsi un attimo e ragionare. Parlare di calcio giocato è ciò che ci piace fare. Pensare ad una ripresa del campionato, per uscir fuori dal guscio, in questo momento drammatico. A fare i conti con la triste realtà, ci ha pensato Michele Sansotta, seconda punta dalla classe cristallina, faro offensivo del Santa Maria delle Mole.

Invita a stringere i denti l’ex Castelnuovese, Vigor Perconti e Città di Ciampino, per superare insieme la battaglia. Ci siano o meno le condizioni per completare la stagione, Sansotta ha voluto dire la sua – in esclusiva su Lazioingol.it – e ricordare con piacere il gruppo della Santa:

“E’ un momento davvero assurdo, tutti speriamo di uscirne il prima possibile, ma sicuramente questa situazione segnerà la Storia. A noi che viviamo di calcio ci ha tolto qualcosa, siamo privato di una grande passione. Il rettangolo di gioco mi manca tanto, spero di ricominciare il prima possibile. Vorrebbe dire aver risolto questa calamità globale.

E’ normale che la speranza dica di riavviare il calcio, ma so bene che sarà difficile portare a termine questa stagione. Ci devono essere le condizione per farlo, senza forzare troppo la mano, col rischio di combinare grossi pasticci e fare brutte figure.

“Infine un pensiero sul Santa Maria delle Mole ci tengo ad esternarlo. Siamo davvero una squadra importante, che ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Non è un alibi, lo penso davvero. Il calcio so bene che ti ripaga sempre dei sacrifici gettati sul campo, se semini sei destinato a raccogliere, ma noi abbiamo attinto meno. Eravamo protagonisti di un trend di risultati importanti, il gruppo è spettacolare, forte, di qualità. Abbiamo cominciato male, poco collaudati ed abbiamo lasciato punti in giro. Anche un po’ di sfortuna. L’obiettivo? I play-off ed il treno lo stavamo anche per agganciare, visti gli ultimi risultati positivi. Ma non nego che, specie all’inizio, il nostro pensiero era rivolto anche più in alto. Fino all’ultimo saremo in corsa”.

Lascia un commento