Atletico Fiuggi, Forgione e l’astinenza dal calcio: “Ricominciare non sarà facile, ma…”

Il centrocampista abbraccia il popolo fiuggino e chiude con una dedica particolare

In un momento in cui c’è da stringere i denti, in casa Atletico Terme Fiuggi c’è chi vuole mandare un messaggio di forza e speranza. Stavolta a parlare per il club rossoblu è il centrocampista Cosimo Forgione: “In questo periodo di difficoltà, ci tengo a fare un saluto a tutto il popolo fiuggino. Mi sto allenando a casa ma è complicato mantenere lo stesso stato di forma che si aveva quando eravamo al campo. Oltre a questo, mi godo la mia famiglia anche se il calcio, inutile dirlo, manca tantissimo”.

Forgione sposta poi l’attenzione sui tanti sacrifici che questo momento impone: “I sacrifici più grandi non sono tanto per noi adulti, quanto piuttosto per i più piccoli. Pensare che dei bambini, così com’è per i miei figli, non abbiano la libertà di giocare all’aperto è la cosa peggiore. Un pensiero lo mando soprattutto a chi sta facendo i sacrifici più grandi di tutti lavorando negli ospedali e lottando per noi ogni giorno”.

Il centrocampista chiude poi con un saluto speciale al prof Russo: “L’ho sentito e sono felice che stia meglio. Con il prof ci lega un rapporto speciale essendo noi due due calabresi doc. Personalmente gli devo tanto perchè in campo mi stava facendo volare ma, oltre al rapporto sportivo, ci unisce anche una bella amicizia. Mi piacerebbe chiudere poi con un messaggio di speranza, con l’augurio che tutto si risolva quanto prima. Ricominciare non sarà facile ma noi italiani, nei momenti di difficoltà, abbiamo la capacità di stringerci e rialzarci tutti insieme più forte di prima”.

Ufficio Stampa Atletico Fiuggi

Lascia un commento