VJS Velletri, mister De Massimi suggerisce prudenza: “Non credo si potrà azzerare stop in poco tempo”

Anche il calcio è in lotta con un nemico contro cui si ha solo un potere: stare a casa

Intervista all’allenatore della Vjs Velletri Stefano De Massimi in questo periodo di stop al campionato.

Mister, in questo periodo di stop forzato cosa ti senti di dire al popolo rossonero come condottiero della prima squadra?

Mi sento in dovere di suggerire prudenza e calma. Quando il nemico non lo conosci veramente in fondo allora é proprio quello il momento in cui lo devi temere e averne paura. Stiamo vivendo un periodo di crisi con tante restrizioni alla nostra quotidianità e questo di certo non ci aiuta a livello cognitivo. Probabilmente la casa rimane l’ambiente più sicuro in questi giorni di picco del contagio e affrontare il coronavirus in famiglia é la soluzione che il governo ci suggerisce. Ci piaccia o no questa é l’unica direzione da seguire anche perché non credo che l’intelligenza possa farci credere d’essere esperti in virologia e pandemie. Quando torneremo alla normalità, noi che viviamo quello che realizziamo con immensa passione, apprezzeremo il dono della libertà di espressione ancor di più consapevoli di costruire un paradiso di idee e buoni rapporti intorno alla nostra professione e figura. E non vedo l’ora di poter continuare a divulgare questo messaggio o stile di vita ai nostri atleti adulti della prima squadra sino ai bambini della nostra scuola calcio.

Quale messaggio vuoi mandare ai ragazzi della Scuola Calcio, costretti a vivere loro malgrado una situazione paradossale?

Di sfruttare il periodo per fare il pieno di affetto ognuno con la propria famiglia. Di non smettere di curiosare tra libri e tutorial per non perdere l’apprendimento scolastico dell’anno corrente. Di non aver paura ad uscire nei giardini di casa o nei terrazzi dei propri palazzi per dare del tu al pallone e migliorarsi in tecnica di base individuale e condizionale. Di rispettare quello che la tv ci suggerisce per sconfiggere sul campo covid19 dimostrando ancora una volta che le vittorie per noi arrivano solo se il gruppo rimane saldamente unito. Presto, prestissimo, torneremo a giocare il calcio che tanto amiamo insieme. Vivendo probabilmente una società arricchita da questa dura ma importante esperienza che ci ha fatto entrate dritti nelle pagine di storia che verranno in futuro studiate.

Guardando alla situazione nazionale e, infine, al campionato di Prima Categoria, pensi che si riuscirà a terminare la stagione?

Fare previsioni su quanto ci vorrà per tornare alla normalità é estremamente difficile e allo stesso tempo a questa fatidica data guardano con grandi speranze un po’ tutti gli sport. Personalmente non credo che si potrà azzerare questo stop in poco tempo e ripartire di slancio per completare i calendari entro l’estate anche perché col 30 giugno scadono i tesseramenti e anche la burocrazia lì non ci aiuta per una soluzione semplificata. Ora é importante tenersi vivi tra battute in chat e video tutorial degli allenamenti che i ragazzi stanno svolgendo come da programma da circa un paio di settimane. Alla riapertura dei giochi e delle strade la Vjs Velletri risponderà presente. La stagione 19/20 non mette paura ma aggiungerà qualcosa in più nei valori da rispettare e mostrare.

Ufficio Stampa VJS Velletri

Lascia un commento