Viterbese, la preoccupazione di patron Romano: “Danni gravissimi, cassa integrazione per i calciatori?”

Il numero 1 della Viterbese sull’emergenza sanitaria tra calcio ed economia

Nel descrivere la situazione legata al Coronavirus il presidente gialloblù Marco Romano attraversa lo sport e si spinge oltre. Il suo pensiero va alla squadra laziale ma anche al mondo dell’imprenditoria, profondamente colpito da uno stop quasi totale.

Sono preoccupato – non nasconde Romano –. Sia come imprenditore che come presidente della Viterbese penso a un futuro difficile. I danni che questo blocco provocherà alle attività imprenditoriali sono gravissimi e difficilmente quantificabili“.

Anche il calcio risente della crisi con le squadre ferme al palo e molti tornei che rischiano di saltare. A livello internazionale l’Europeo è stato rimandato al 2021 mentre in Italia serie A, serie B e serie C sono in attesa di capire il loro futuro che dipenderà tutto da come si evolverà la pandemia.

Come è ben noto alcune squadre di terza serie non hanno pagato gli stipendi – prosegue Romano –. Ho sentito tanti presidenti e sono tutti preoccupati per questa situazione d’emergenza. Speriamo che lo stato e la Lega ci aiutino nella fase difficile che verrà. Una delle soluzioni potrebbe essere l’applicazione della cassa integrazione ai calciatori e la defiscalizzazione“.

La Viterbese, nel dettaglio, rimane sospesa e guida gli allenamenti a distanza dei calciatori che in gran parte sono rimasti a Viterbo. In pochi, infatti, sono rientrati nelle rispettive città di origine. Al momento la scadenza fissata dall’accordo tra Lega Pro e Assocalciatori è quella di venerdì 3 aprile: fino ad allora qualsiasi attività di gruppo è sospesa e solo a ridosso di quella data se ne saprà di più sull’eventuale ripresa.

Come tutti non vedo l’ora di tornare alle attività normali – conclude Romano – e spero di tornare presto allo stadio per una partita della Viterbese. L’Italia ce la farà. Forza Viterbese e Forza Italia!”.

Samuele Sansonetti – Tusciaweb.eu

Lascia un commento