Torres, Mariotti dubbioso sulla ripresa: “Noi e Ostiamare le sorprese, se tutto dovesse ricominciare a maggio…”

Mai si sarebbe aspettato nel 2020 di vivere una situazione di questo genere, un po’ come tutti

Il mister della Torres Marco Mariotti, sulla sua pagina Facebook ufficiale, parla della sua esperienza in Sardegna in questi giorni difficili, la corsa a due per la panchina d’oro regionale e l’emergenza Coronavirus:

Sono molto felice del riconoscimento ricevuto dai colleghi sardi. Il merito di questo va dato ai ragazzi, al mio staff alla società ed al tutto il pubblico della Torres perché quando si vince si vince sempre tutti insieme.

La Turris ha confermato i pronostici per il valore della rosa ma le vere sorprese del girone sono Ostiamare e la mia Torres. Due squadre, due società che lo scorso anno si sono salvate ai play out ed in estate hanno ricostruito tutto daccapo. Elemento essenziale per far capire che nel calcio, lavorando e programmando bene si può fare tutto. Complimenti al mio collega Raffaele Scudieri che sta lottando per qualcosa d’importante con una squadra tutta nuova come la mia Torres. La ripresa? Sono molto dubbioso che si possa portare a termine questo campionato perché la situazione è ancora molto grave. Se tutto dovesse ricominciare ai primi di maggio non vedrei il problema di giocare fino a giugno. E’ una tutela per la regolarità del campionato, anche se dovremo ripartire daccapo, e per tutti i componenti: dalle società ai giocatori, allenatori e preparatori che hanno un contratto fino al 30 giugno. Ci siamo riposati molto in questi giorni ed avremo anche luglio per ripartire poi per una nuova stagione.

Lascia un commento