Virtus Nettuno-Civitavecchia, mister Caputo: “Aggressione vile, sono conosciuto come un professionista serio…”

Dopo la nota stampa del Civitavecchia, arrivano anche le dichiarazioni del tecnico

Le dichiarazioni del tecnico di CivitavecchiaPaolo Caputo, in merito all’aggressione di Nettuno.

“In merito a quanto accaduto presso il centro sportivo della ASD Virtus Nettuno, mi preme sottolineare quanto segue. Vivo il calcio da quando sono bambino. Da giocatore ho avuto la fortuna, e la determinazione, di indossare maglie importanti, compresa quella delle giovanili della Fiorentina, del Venezia e dello stesso Civitavecchia. Un amore che dal 2002 è continuato, in veste di allenatore, alla guida tecnica delle squadre più importanti del litorale laziale. Senza falsa modestia, sono conosciuto da tutto l’ambiente calcistico regionale e nazionale come un professionista serio ed un uomo autorevole e riflessivo, che di certo non ha mai avuto acredini con chicchessia, come invece inspiegabilmente paventato nel comunicato stampa della Virtus Nettuno. Un mondo, quello del calcio, che mi ha trasmesso valori per me fondamentali, come il rispetto e la lealtà verso il prossimo, compreso quello nei confronti dell’avversario.

Il fatto di ieri, talmente vile, mi ha scosso, non tanto perché è avvenuto ai danni della mia persona, ma soprattutto perché è accaduto dentro un centro sportivo andando quindi a violare questo nostro ambiente, mettendo quasi in dubbio quei valori, per noi imprescindibili, che quotidianamente cerco di trasmettere ai miei giocatori, così come in passato ho fatto dentro le mura della mia casa nei confronti dei miei figli.

Archivio quindi questo episodio, che fortunatamente non ha avuto conseguenze, auspicando che in futuro non accadano più simili eventi. Il Calcio mi ha dato tanto, è l’ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro. Il calcio è vita. Infine, mi preme ringraziare tutti per i tantissimi attestati di stima e solidarietà ricevuti in queste ore, compresi i vertici dirigenziali delle squadre che ho avuto l’onore di allenare nel corso della mia carriera da allenatore”.

Ufficio Stampa Civitavecchia

Lascia un commento