Viterbese, la ricetta di Romano per il grande salto: “Sogno B complesso, cercheremo di concretizzarlo”

Nel ritiro pugliese in provincia di Brindisi in campo stamani, poi la partenza per la Calabria

Allenamento di rifinitura questa mattina per la Viterbese che conclude il ritiro organizzato in Puglia dopo la gara di Bisceglie e, nel primissimo pomeriggio, si trasferisce a Vibo Valentia dove domani, ore 15, affronterà il Rende. La squadra si è allenata anche ieri pomeriggio quando il tecnico ha insistito molto sulla applicazione di schemi e soluzioni che dovrebbero tornare utili al cospetto dei biancorossi calabresi che non hanno mai vinto nel girone di ritorno e che, penultimi in classifica con 5 lunghezze di vantaggio sul Rieti e 2 di distacco dal Bisceglie, cercano punti pesanti per sperare ancora, almeno nei play out.

Sul fronte Viterbese c’è maggiore tranquillità ma, come dice Antonio Calabro, non è il caso di abbassare la guardia, bisogna anzi mantenere la cattiveria agonistica dal primo all’ultimo minuto per cercare di fare risultato anche contro il Rende dell’ex Rigoli. Previste novità nelle file gialloblu rispetto alla formazione iniziale di Bisceglie. Non tanto per mettere in atto un po’ di turnover, quanto per esigenze provocate dalle squalifiche (Antezza e De Giorgi). Previsti quindi “aggiustamenti”, specie in difesa ed in attacco. Nella retroguardia, scelta del portiere a parte, potrebbe ritrovare la maglia da titolare Markic, ma a disposizione ci sono anche Bianchi e Zanoli, In attacco torna disponibile Tounkara e la “tentazione” del tecnico potrebbe essere di ricostituire la coppia con Volpe, il quale ultimo però, reduce da un mese di stop, ha speso molto al suo rientro mercoledì e Calabro potrebbe pure fare altre scelte. Le difficoltà maggiori a centrocampo dove manca Besea rimasto a casa per l’infortunio subito domenica, e dove il numero dei disponibili è davvero limitato anche per la squalifica di Antezza. Vedremo se Errico ritroverà una maglia da titolare e l’uomo in più potrebbe essere De Falco che sarebbe al rientro dopo mesi di assenza. Chissà se le sue condizioni permetteranno di vederlo in campo, magari a partita in corso. (Calcioviterbese)

Intanto durante AspettateC, in onda su Sportitalia, è intervenuto Marco Arturo Romano ovvero il presidente della Viterbese impegnata nel Girone C di Serie. Queste le dichiarazioni, riportate da TMW, del numero uno dei laziali. “Ho preso la Viterbese da pochi mesi ma abbiamo delle ambizioni. Calabro lo ha sposato pienamente, perché ha capito cosa vogliamo fare. Con il sogno della Serie B che vogliamo cercare di concretizzare. Per riuscirci però serve lavorare, partendo da lontano, valorizzando i giovani e completando la squadra con i giusti innesti. È molto complesso, con tante squadre di alto livello e le sorprese che non mancano in ogni fine settimana. Ci sono squadre forti e con grande tradizione calcistica. Non è un caso che il nostro venga etichettato come una B2. Anni fa ho lavorato nel Livorno nell’anno della promozione e devo ammettere che il C è un raggruppamento molto più complesso”. 

Un occhio anche alla prossima sfida contro il Rende. “Prima di tutto dobbiamo dimenticarci la vittoria per 6-1 dell’andata. Quella di domenica sarà una gara diversa, difficile. Tre punti sarebbero molto molto importanti per noi in questa fase specifica della stagione”.

Lascia un commento