Anzio in carreggiata: la Boreale ci prova, ma non basta

Vittoria di fondamentale importanza per l’Anzio nella 23esima giornata del girone A di Eccellenza

Giordani e Pucino regalano i tre punti contro la Boreale Don Orione e permettono ai neroniani di salire al nono posto, allontanandosi in maniera decisa dalla zona playout.

LA PARTITA – Guida recupera Camilli, schierato come riferimento offensivo e Florio, in dubbio dopo l’infortunio al braccio patito nella trasferta di Civitavecchia. Assenti i lungodegenti Nanni e Bernardi, costretto ai box anche La Monaca. La Boreale risponde con il giovanissimo Sorrentino (classe 2003) e Tomaselli alle spalle di Pasqualini ma lo zero a zero dura una manciata di secondi perché già al 1’ Giordani raccoglie una palla sulla trequarti, avanza e trova l’incrocio dei pali alla sinistra dell’incolpevole Zonfrilli. La rete sembra mettere in discesa la gara e l’Anzio cerca il raddoppio con Camilli, il cui cross invitante al 4’ non trova compagni liberi e al 17’, sempre con l’attaccante, contrastato in corner dopo un’azione di Giordani. Nel mezzo c’è tempo per le proteste per un tocco di braccio di Ferazzoli su cross di Lommi che l’arbitro sanziona con una punizione dal limite e non con il rigore, come richiesto dai neroniani. Al 20’ la doccia gelata: Ippoliti impegna Rizzaro su punizione, sul successivo tiro dalla bandierina svetta Sorrentino che firma il pareggio alla prima vera occasione per i romani. Cinque minuti più tardi Tomaselli pizzica la parte alta della traversa con un tiro dal limite e lo scampato pericolo risveglia l’Anzio, che al 29’ torna in vantaggio. Corner di Giordani dalla destra e incornata vincente di Pucino, che torna al gol con la maglia dell’Anzio a distanza di tre anni e quattro mesi. L’ultima emozione del primo tempo la regala una punizione di Lommi sulla quale Zonfrilli è bravo ad uscire togliendo la sfera dalla disponibilità di Visone.

Poche emozioni nella ripresa, con la squadra di Santoni che prova a sfruttare le iniziative di Tomaselli in avvio. Il numero dieci in maglia viola serve Buccioni in area al 54’ ma la sua conclusione è completamente fuori misura. I padroni di casa arretrano il baricentro ma soffrono raramente e non disdegnano le sortite offensive, come al 60’, quando Lommi scende sulla fascia e serve Visone, il cui colpo di testa in controtempo viene parato da Zonfrilli e al 77’, con Martinelli che anticipa il portiere sulla punizione di Giordani ma non inquadra lo specchio. Prima del novantesimo c’è spazio per Scruci, fresco di convocazione con la Rappresentativa Regionale per il torneo ‘Roma Caput Mundi’. Il 2002 vince un contrasto a centrocampo e serve Visone, il cui tiro viene respinto in angolo e sul successivo corner è Pucino a sfiorare la doppietta. Finisce 2-1 per l’Anzio, che bissa così il successo dell’andata e conquista la seconda vittoria consecutiva in casa.

𝗔𝗡𝗭𝗜𝗢-𝗕𝗢𝗥𝗘𝗔𝗟𝗘 𝗗𝗢𝗡 𝗢𝗥𝗜𝗢𝗡𝗘 𝟮-𝟭

MARCATORI: 1’pt Giordani (A), 20’pt Sorrentino (B), 29’ Pucino (A)

ANZIO (4-2-3-1): Rizzaro; Lommi, Poltronetti, Pucino, Martinelli; Marino, Visone; Giordani (44’st Pangallo), Murasso (11’st Scruci), Florio; Camilli (38’st D’Amato). A disp. Statello, Ippoliti, Ronci, Indorante, Fabbrini, Ludovisi. All. Guida

BOREALE DON ORIONE (3-4-2-1): Zonfrilli; Leonardi, Gianotti, Ferazzoli (35’st Piano); Buccioni, Ippoliti (44’st Sarmiento), Barbetti, Marcelli; Sorrentino (33’st Romani), Tomaselli; Pasqualini (16’st Formilli). A disp. Otgon, D’Ignazio, Blandino, Masi. All. Santoni

ARBITRO: Waldmann di Frosinone
ASSISTENTI: Tasciotti di Latina – Di Curzio di Civitavecchia

NOTE –Ammoniti:Ippoliti, Ferazzoli, Marino, Leonardi, Formilli, Rizzaro. Angoli: 6-3. Recupero: 5’st

Area Comunicazione Anzio

Lascia un commento