Virtus Divino Amore, il ds Matarazzo: “La Clembofal? Ogni gara è pericolosa”

La Prima categoria della Virtus Divino Amore ha frenato la sua rincorsa sul campo del Marino

Dopo aver vinto il match interno col Real Rocca di Papa e il successivo recupero infrasettimanale sul campo del Lanuvio Campoleone, la formazione dei tecnici Fabio Petruzzi e Andrea Fagiolo ha inciampato in terra castellana, mancando un “filotto” notevole da nove punti. “Ma non siamo stati molto fortunati domenica scorsa – si rammarica il direttore sportivo Giuseppe Matarazzo – Dopo essere andati sotto, siamo riusciti a pareggiare con un gol di Tovalieri. Poi la gara si è complicata quando all’intervallo è stato espulso il nostro Chianese e siamo rimasti in inferiorità numerica: tra l’altro il gol decisivo del Marino è arrivato nel finale ed è stato un peccato perché avremmo voluto sfruttare l’onda delle precedenti vittorie. Di positivo, comunque, c’è che la distanza dal secondo posto è rimasta sempre di quattro punti, stante la caduta del Città di Pomezia sul campo del Real Marconi Anzio ultimo della classe: d’altronde questo è un girone davvero complicato dove si rischia di perdere punti contro ogni avversario”.

La Virtus Divino Amore, però, ha l’esigenza di rimettersi in moto al più presto, magari già domenica nella sfida interna con il Clembofal: “Sono terzultimi con appena un punto di vantaggio sulla coppia di ultime, ma anche il Marino domenica scorsa aveva 14 punti, esattamente quelli del prossimo avversario. Come detto, di scontato non c’è nulla, ma bisogna ripartire perché tutti i giochi sono aperti: la Vivace Furlani Grottaferrata, forse, ha preso un buon margine, ma il campionato è ancora lungo e noi dobbiamo pensare a fare il massimo per poi tirare le somme a fine stagione e vedere ciò che abbiamo raccolto”.

La chiusura di Matarazzo è sui suoi primi mesi da direttore sportivo: “Mi trovo bene in questo ruolo e chiaramente ora sto maturando l’esperienza “sul campo”. Il rapporto coi miei ex compagni di squadra? Si è inevitabilmente modificato, ma a livello umano non è cambiato assolutamente nulla. Anzi mi sento molto vicino a loro e credo che per loro valga lo stesso”.

Lascia un commento