MSGC, Settanni segna gol pesanti: “Corsa a 5 per il vertice, domani col Cervaro…”

Diversi gli aspetti positivi di chi vede il bicchiere mezzo pieno nel pareggio casalingo di domenica scorsa

Ha dato il la alla rimonta contro il Roccasecca T.S.T. con un colpo di testa di rara bellezza balistica. L’attaccante del Città Monte San Giovanni Campano, Michele Settanni, ancora una volta si è fatto trovare pronto, mettendo al servizio della squadra esperienza e spirito di sacrificio. Non è la prima volta e non è nemmeno una sorpresa che quando viene chiamato in causa da mister Angelo Bottoni, Settanni ripaga la fiducia a suon di gol e performance positivi. Così è stato al cospetto dei roccaseccani, dopo un primo tempo chiuso sotto di due reti.

L’uno-due in avvio di ripresa ha consentito ai giallo-azzurri di portare a casa un punto, di mantenere imbattuto il “San Marco” e di conservare la vetta della classifica. Diversi gli aspetti positivi di chi vede il bicchiere mezzo pieno nel pareggio casalingo di domenica scorsa. In gare come queste è facile uscire dal terreno di gioco con una sconfitta dopo un primo tempo anomalo, di fronte ad un avversario che ha dimostrato di non meritare la posizione occupata in classifica.

Raggiunto telefonicamente, abbiamo chiesto a Settanni di “illuminarci” su alcuni aspetti importanti della stagione.

Altro gol pesante domenica scorsa che di fatto ha dato il via alla rimonta. C’è più soddisfazione per il risultato recuperato o per i potenziali due punti persi? «In effetti si tratta di un gol pesante che ci ha permesso di riaprire il risultato sino al pareggio firmato da Macciocca. Difficile dire in questi casi se si tratta di due punti persi o di uno guadagnato; va detto e riconosciuto che il Roccasecca T.S.T. ha disputato un ottimo primo tempo mentre noi non siamo entrati in campo con la solita cattiveria e concentrazione. Purtroppo, dopo l’ottimo momento vissuto, condito da sei vittorie consecutive, capita di palesare un calo di concentrazione… Nel contempo siamo stati bravi nel recuperare il risultato e pertanto considero questo pareggio più un punto guadagnato che due persi…».

Gli anni passano ma il suo apporto in campo resta sempre importante; qual è il segreto per restare a certi livelli? «La passione sta alla base di tutto… Se manca quella, resta difficile conciliare lavoro, famiglia e problemi fisici! Gli anni corrono via inesorabili e nessuno li può fermare ma quando vedi la palla entrare in rete passa tutto… Pur non essendo più un ragazzino quando vengo chiamato in causa riesco a dare il mio contributo e di questo sono felice a livello personale ma soprattutto di squadra. Per un attaccante sono fondamentali i gol ma quello che più conta sono i punti conquistati a fine partita».

Domenica prossima sarete attesi dalla trasferta a Cervaro, formazione staccata di cinque punti in classifica; che gara si aspetta? «Sarà una sfida dura tra due ottime squadre, entrambe candidate per la vittoria del campionato… Siamo consapevoli della bravura e dell’esperienza che diversi elementi del Cervaro possono vantare ma dovremo guardare esclusivamente in casa nostra! In settimana dobbiamo cercare di recuperare le energie fisiche e mentali al fine di poter fare la nostra partita…».

La lotta al vertice è un discorso riservato a quattro squadre o vede in corsa anche l’Atletico Torrenova? «Sono convinto che si giocheranno la vittoria finale cinque squadre, compreso l’Atletico Torrenova! Domenica prossima sono in programma due scontri diretti e la classifica sarà sicuramente diversa al termine degli stessi. In un campionato come questo, dall’alto livello agonistico, si possono perdere e guadagnare punti con tutti! Chiuderà al primo posto la squadra che si dimostrerà più continua».

Settanni, sempre pronto a scendere in campo con la massima umiltà, è un intenditore di vittorie dei campionati…

Gianni Coratti – Ciociaria Oggi

Lascia un commento