Il Rieti ne tessera 4! Sette alla Vis Artena

E’ un Rieti che torna con le tasche piene dallo Sheraton di Milano

Ieri il diesse Minguzzi è riuscito a chiudere quattro colpi interessanti, nonostante la mancanza di un nome ad effetto per l’attacco.

ECCO KALOMBO — Del poker di acquisti, senza ombra di dubbio, il nome più affascinante è quello di Sedrick Kalombo, il laterale universale di proprietà della Salernitana che arriva a Rieti con la formula del prestito secco fino al 30 giugno. Un elemento di spessore, un giocatore sul quale Beni – che ha già avuto modo di allenare quando era il vice di Colantuono proprio a Salerno – può ragionare sia da quinto di centrocampo, che da quarto di difesa. Kalombo arriva alle pendici del Terminillo con un anno di ritardo: già lo scorso anno Capuano tentò di strapparlo ai granata, ma il diesse Fabiani non riuscì a convincere l’ex laterale del Gubbio.

MORRONE NEL MEZZO — Da Salerno, però, ecco anche Biagio Morrone, il centrocampista scuola-Juventus, classe ’00, che prima di firmare il prestito con il Rieti, ha sottoscritto un contratto biennale con la Lazio di Lotito, che poi lo ha “girato” agli amarantoceleste. Le caratteristiche tecniche e fisiche di Morrone sono aderenti all’identikit tracciato da Minguzzi nei giorni scorsi, quando a più riprese spiegò di essere alla ricerca di un calciatore da sfruttare nel minutaggio che genera profitto, ma che nel contempo poteva rappresentare una valida alternativa ai vari Tirelli o Serena.

RASI, QUANTI CENTIMETRI — E dopo aver sistemato il centrocampo, dove il vero colpo potrebbe essere rappresentato dall’ingaggio di Obodo – in attesa della sentenza del Tribunale per il ricorso presentato dai legali del club sul suo tesseramento – il Rieti mette a segno anche due colpi nel reparto arretrato, per restituire centimetri e gioventù alla linea difensiva. Dall’Albinoleffe ecco Alessio Rasi, 21 anni, marcatore mancino, bravo nel gioco aereo, ma pratico anche coi piedi, che ha saputo costruire il suo futuro professionistico attraverso il biennio vissuto a Monterosi, in D, grazie a prestazioni (70 in tutto) di assoluto livello. Ma oltre a Rasi, il Rieti ha tesserato l’ex terzino del Picerno, Amilcare Fiumara (’98) che coi lucani ha già collezionato tre presenze, oltre alla cavalcata trionfale dello scorso anno in D.

BELECK RESCINDE — Ai saluti invece, il franco-camerunense Leo Beleck: l’attaccante ha rescisso il biennale sottoscritto a settembre consentendo alla società di respirare. Stesso discorso vale per Poddie, uno degli “oggetti misteriosi” di questa prima parte di stagione, mentre Sette è stato trasferimento alla Vis Artena. I tifosi si aspettavano un ulteriore acuto in attacco, ma la permanenza di De Paoli in qualche modo dovrà compensare questo pensiero.

Marco Ferroni – Npctv.it

Lascia un commento